Jump to content

«Un coro sui due lati» Caja disegna la sua OJM in vista del derby


simon89
 Share

Un derby apparentemente a pronostico chiuso che Varese vuole onorare dando il massimo contro la squadra da battere della serie A. Attilio Caja non si sofferma nell'analisi degli indiscutibili valori dell'EA7, ma chiede ai suoi di interpretare con la giusta mentalità un match comunque prestigioso: «Superfluo ribadire le qualità di Milano: Ì'EA7 ha fisicità e atletismo in abbondanza, ed è l'unica rappresentante italiana in Eurolega, dove ha vinto tre delle ultime quattro partite. Quella di domani sarà una gara prestigiosa e una tappa importante del nostro percorso di crescita: la giocheremo al massimo delle nostre possibilità, così come faremo in ognuna delle 13 partite che mancano».

La priorità sottolineata dal coach pavese è quella della coralità, chiave di volta per non subire il gap fisico e tecnico nei confronti della capolista: «Sarà un test importante per verificare il livello raggiunto nel percorso di crescita effettuata nelle ultime settimane: per noi la priorità sarà quella di giocare di squadra sui due lati del campo. Le sfide individuali sono già perse in partenza, evitare gli isolamenti e gli 1 contro 1 in difesa è il primo aspetto determinante per provare a competere contro una squadra fortissima come l'EA7. Sotto questo profilo mi aspetto conferme sul piano della mentalità, determinante nella vittoria di Caserta».

L'occasione sarà dunque ghiotta per verificare la tenuta mentale della squadra nel suo impianto corale contro l'avversaria più impegnativa della stagione: «È stato importante il modo con cui abbiamo ottenuto i due punti, mettendo in mostra applicazione e solidità mentale: due aspetti decisivi per vincere partite importanti e fare risultato in trasferta. Questa dimostrazione di solidità dà fiducia per il prosieguo del nostro campionato; ora cerchiamo conferme contro Milano in una partita nella quale sarà fondamentale non disunirci né rilassarci mai. La squadra di Repesa è bravissima a punire ogni errore, dovremo limitare la loro transizione e la loro capacità di giocare dentro l'area sia con i lunghi che con gli esterni».

Il coach pavese sottolinea la necessità di spingere sull'acceleratore per esaltare le qualità di Maynor e si rammarica per l'assenza di Bulleri, out per un problema muscolare a una coscia: «Dovremo essere bravi noi a giocare il più possibile in transizione per aiutare Maynor e non subire troppo la fisicità di Milano; a metà campo invece dovremo essere bravi con i blocchi ad aiutarlo per costringere la difesa a fare delle scelte. Purtroppo ci mancherà Bulleri: mi spiace molto perché Massimo è un professionista esemplare, meriterebbe di poter giocare questo derby».

Giuseppe Sciascia

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...