Jump to content
Sign in to follow this  

Con l'aggiunta Cervi, Varese può crescere


simon89

Riccardo Cervi ha iniziato a fare conoscenza con i meccanismi di gioco dell'Openjobmetis. Primo giorno da biancorosso per il 28enne centro di Reggio Emilia, che ha finalmente cominciato ad allenarsi con il pallone dopo le tre settimane di lavoro differenziato col preparatore atletico Silvio Barnaba. Il cestista del 1991 faceva già a tutti gli effetti parte del gruppo avendo seguito la squadra di Attilio Caja nelle trasferte di Milano, Brescia e Reggio Emilia, dove la società di casa lo ha premiato nel prepartita di sabato per la lunga militanza nella sua alma mater giovanile.

Da ieri, però, Cervi fa ufficialmente parte del roster biancorosso, non soltanto in termini contrattuali - firma in calce all'accordo fino al 30 giugno messa nero su bianco - ma anche tecnici, avendo potuto svolgere almeno una parte della seduta pomeridiana. Dopo i lavori individuali col gruppo dei lunghi di ieri mattina e la seduta video per esaminare la gara di sabato in Emilia, il nuovo centro biancorosso ha effettuato una parte dell'allenamento. Sul piano fisico i progressi rispetto ai primi giorni del lavoro differenziato sono notevoli, ma come era logico aspettarsi - vista l'inattività dal termine dello scorso campionato (ultima partita ufficiale disputata il 12 maggio) - Cervi avrà bisogno di qualche settimana per raggiungere il livello di forma dei compagni. Specie in un gruppo nel quale i ritmi d'allenamento mantenuti da Attilio Caja sono molto elevati ed è fisiologico che il primo impatto col campo di un giocatore agonisticamente fermo da oltre 6 mesi fosse ricco di pause forzate.

«Per avere Cervi al top ci vorrà qualche settimana, ma non ci aspettavamo nulla di diverso - spiega il g.m. Andrea Conti -. Quando sarà in condizioni ottimali potrà certamente essere un upgrade importante per noi; starà a lui riuscire ad arrivare il più in fretta possibile sulla stessa pagina dei suoi compagni sul piano della condizione, ma non vogliamo assolutamente affrettare i tempi». Per il momento, dunque, non c'è intenzione di forzare i tempi dell'inserimento del nuovo centro sul telaio della squadra di Caja. Tra stasera e domani lo staff tecnico farà il punto della situazione sulla condizione di Cervi in termini di tenuta al ritmo degli allenamenti continuati per decidere se portarlo in panchina già domenica contro Roma, oppure rinviare il suo debutto con due settimane di lavoro nelle gambe al derby dell'8 dicembre a Cantù.

Di sicuro Varese non vuole affrettare la situazione per consentire al lungo del 1991 di inserirsi nei tempi giusti all'interno dei complessi meccanismi corali della formazione biancorossa, senza sovraccaricarlo né sul piano delle responsabilità né su quello fisico. Il fatto che il nuovo giocatore dell'OJM si sia già ambientato all'interno del gruppo sarà comunque utile per velocizzare la sua integrazione nel sistema. Oggi come oggi Cervi è più un investimento in ottica futura (peraltro non troppo remoto...) che un rinforzo immediato. Ma nel giro di un mese i suoi 214 centimetri potrebbero davvero aggiungere al sistema Varese una presenza interna su entrambi i lati del campo per integrare il roster attuale con un giocatore con caratteristiche differenti da tutti i suoi compagni in grado di dare una dimensione più importante alle ambizioni dell'OJM.

Giuseppe Sciascia

Sign in to follow this  


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...