Jump to content

L'Openjobmetis prende forma. Battuta la Manital Torino nella finalina di Lucca


simon89
 Share

Si chiude col sorriso l'avventura a Lucca dell'Openjobmetis. La squadra di Paolo Moretti conquista il terzo posto del Memorial Carlo Lovari battendo in rimonta la Manital Torino. A sei giorni dal meno 21 nella finalissima del torneo di Casale Monferrato, la versione completa di Varese mostra un piglio più convincente rispetto a quella che - senza Kangur, Johnson né Anosike - aveva retto solo per 15' l'urto della compagine di Frank Vitucci. Decisivo il quarto periodo da 30 punti dopo gli stenti offensivi dei primi 30' (57% dal campo nei 10' finali dopo il 34% delle tre frazioni inaugurali).

Decisiva la fiammata conclusiva di Melvin Johnson, autore di 11 punti negli ultimi 10'; ma molto positivo anche l'apporto di Avramovic (5/5 ai liberi) e Pelle (6 rimbalzi e 4/4 ai liberi), preferito ad Anosike nella ripresa, per la rimonta vincente di una Openjobmetis più frizzante in attacco quando ha aumentato il ritmo grazie ad un miglior impatto a rimbalzo. Sicuramente c'è molto da fare per migliorare i mec-canismi di un attacco spesso farraginoso (21 perse - ma solo 6 dopo la pausa lunga - e 41% totale dal campo). Però il vissuto comune del team di Moretti è ancora troppo limitato - quella in archivio è la prima settimana al gran completo dopo oltre un mese a ranghi ridotti - per esprimere fluidità e soprattutto continuità in fase offensiva.

Confortano i progressi sul piano della tenuta atletica e della durezza mentale mostrata da Varese nel trovare il guizzo vincente nell'ultima frazione della due giorni toscana. Ora l'ultima settimana di rodaggio, con il test finale casalingo giovedì prossimo contro Capo d'Orlando, prima della doppia sfida contro il Benfica Lisbona che metterà in palio l'accesso alla prestigiosa - e lucrosa - Champions League. Anche se la bozza del calendario ufficializzata dalla FIBA prevede numerose trasferte il martedì con conseguenti anticipi al sabato sera in campionato.

Primo tempo decisamente incerto sul fronte offensivo (leggi 15 palle perse) per una Openjobmetis troppo spesso "ingessata" nell'attacco a metà campo, con Torino che ha preso il controllo nel secondo quarto (17-25 al 13'. 26-33 al 20'). Segnali di reazione dopo l'intervallo con qualche fiammata di Eyenga nel terzo quarto che, però, non ha trovato seguito dai compagni (41-50 al 30'). Decisivo il cambio di marcia dell'ultimo quarto con Pelle e Campani a farsi valere dentro l'area e Johnson ispirato in attacco per il 61-59 del 36'; il rookie da VCU ha chiuso in lunetta (70-65 a meno 17") dopo una stoppata di Eyenga. Partita dopo partita la versione work in progress dell'Openjobmetis inizia a prendere forma...

Giuseppe Sciascia

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...