Jump to content

Nella lista della spesa spunta il nome di James Bell


simon89
 Share

Spunta il profilo di James Bell nella lista dei simil Moss più freschi che l'Openjobmetis sta cercando per completare il quintetto base. L'identikit del 24enne americano, capace di giostrare in entrambi gli spot di ala, corrisponde per molti aspetti a quel che sta cercando Varese: il prodotto di Villanova University (nel 2011/' 12 compagno di Maalik Wayns) ha un gran fisico (198 cmper 100 kg), energia, atletismo e doti di uomo di raccordo, oltre ad ottime capacità difensive su tre ruoli (dalla guardia all' ala forte) e buone qualità bahstiche (36% da 3 al college, dove nella stagione da senior ha chiuso a 14.0 punti e 6.0 rimbalzi).

All'esordio da professionista nel 2014/'15 a Cremona ha totalizzato 10.5 punti e 4.4 rimbalzi col 50% da 2 e il 33% da 3; meno brillante il 2015/'16 in Francia, a Nancy, dove ha giocato anche in Eurocup, venendo però utilizzato più da guardia che da ala (9.4 punti col 37% da 3 in 21,8 minuti). Varese avrebbe espresso interesse per Bell, che però ha ricevuto proposte anche da Israele: il particolare mix di forza fisico-atletica e duttilità del giocatore del 1992 sarebbero comunque adatte alle necessità tecniche di coach Moretti, nell'ottica di costruire una squadra che possa cambiare assetto tra campionato e coppa europea.

Considerando la duttilità di Avramovic, che ha la stazza e le qualità offensive per giocare anche da guardia, e le doti balistiche di Melvin Johnson, maggiormente a suo agio nel finalizzale che nel costruire il gioco e dunque utilizzabile anche da ala piccola, serve infatti un giocatore che possa dare anche minuti da ala forte. ruolo nel quale l'unico giocatore disponibile è al momento Kristjan Kangur, con la necessità assoluta di non sovraccaricare di minuti il 34enne estone. L'idea sarebbe quella di costruire una squadra bidimensionale, che in Italia utilizzi quintetti più dinamici con tre piccoli e l'ala statunitense in fase di ricerca che possa dare dei minuti da "4 tattico" per aprire il campo alle incursioni di Maynor e alle soluzioni interne di Anosike. Mentre in Europa il team di Varese potrà ruotare con più efficacia il trio di lunghi interni Anosike, Pelle e Campani, con gli ultimi due in grado di dare qualche minuto anche da ali forti.

Ora c'è da capire se la società di piazza Monte Grappa andrà sino in fondo con l'atleta ex Cremona, oppure proseguirà a scandagliare il mercato cercando profili con maggior esperienza rispetto ad un giocatore laureatosi nel 2014. I prezzi in discesa e la vetrina europea che Varese è in grado di offrire iniziano comunque a fare gola a coloro che sono rimasti ancora a piedi: l'elenco dei free agent che nel 2015/' 16 hanno giocato in Italia contempla ancora Trent Lockett, ala piccola potente - anche se più perimetrale e meno stazzato a 196 cm per 95 kg rispetto a Bell - reduce dai 10.2 punti e 3.3 rimbalzi con la maglia di Trento, che non ha trovato la collocazione desiderata in Eurocup. Radio-mercato aveva segnalato interesse anche per Carlon Brown, ma la 27enne guardia-ala ex Bamberg e Ulm è stato operato a giugno al ginocchio già infortunato nel novembre del 2014.

Giuseppe Sciascia

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...