Jump to content

Parola di Coldebella «Insieme ci salviamo. Sul mercato? No...»


simon89
 Share

All'alba della pausa per le Final Eight di Coppa Italia, che per la quarta volta consecutiva Varese guarderà dal divano, a Masnago ci si interroga per una sconfitta pesante che ha riportato indietro di qualche settimana la lancetta. Le assenze, è vero, hanno costituito una fetta importante della non prestazione del Pala Pentassuglia, ma allo stesso tempo è impensabile attribuire solo questo aspetto le ragioni della sconfitta contro Meo Sacchetti. Tante cose, che si pensava fossero un po' più consolidate con la cura Caja, sono mancate e hanno gettato nello sconforto il tifo biancorosso. All'indomani del passo falso, è il direttore generale Claudio Coldebella a ragionare con noi sulla situazione della Pallacanestro Varese, cercando di fare chiarezza ma soprattutto di compattare un ambiente che si prepara ad un finale di stagione intenso e difficile, delicato.

Si torna innanzitutto a parlare della partita di domenica. Cosa non ha funzionato? Non è stata una bella partita. Nel primo tempo abbiamo anche tenuto, però nel terzo periodo abbiamo davvero subito molto. Mi aspettavo sinceramente una partita diversa, e questo perché durante la settimana avevo visto una squadra che si era allenata molto bene, molto duramente. E questo nonostante non fosse stata una settimana semplice, con tre assenze. Però a livello di qualità degli allenamenti era stata buonissima.

Anosike è stato risparmiato o non c'era margine per farlo scendere in campo? La sua era una condizione fisica che non gli permetteva di giocare. Anzi, qui lo ringrazio per il tentativo, perché era tanto che non vedevo un giocatore fare terapie a questo livello, per riuscire ad essere pronto comunque. Ma era impensabile che potesse giocare, aveva provato a fare qualcosa in settimana, lo abbiamo curato. Lui ci ha provato fino all'ultimo, ma non era possibile farlo scendere in campo.

Durante questa pausa sarà comunque recuperabile? Sì, il ragazzo ha una volontà di ferro, lo sappiamo. Ed uno degli stress più grandi per un giocatore nasce quando vuoi giocare e sei impossibilitato causa problematiche fisiche. Però sono sicuro del fatto che un po' alla volta recupereremo tutti.

Compreso Luca Campani? Luca sta seguendo una terapia più lunga, per ora il suo ginocchio sta rispondendo bene. Sta portando avanti la riabilitazione ed i segnali, rispetto ad altre volte, sono positivi.

Quanta preoccupazione c'è per la situazione attuale? Siamo ultimi in classifica e penso sia giusto essere preoccupati. Forse "preoccupati" non è la parola giusta, però c'è la sensazione che serva fare qualcosa di più. Serve trasformare in un risultato positivo tutto ciò che di buono viene fatto durante la settimana. E questa è una delle più grandi problematiche di questa nostra stagione. Però c'è serenità, che deriva dalla quotidianità e dal lavoro, dalla serietà della società.

La squadra stessa è consapevole di quanto sia delicata la situazione? Sì, assolutamente e di questo ne sono sicuro. I ragazzi non vivono in una campana di vetro. Ne sono a coscienza, ne parliamo spesso perché c'è un dialogo con loro. Non sono menefreghisti da questo punto di vista: questa è una squadra che è insieme dal 10 di agosto, ha attraversato momenti brutti, diverse trasferte europee e anche alcune bastonate non belle da digerire. Sono tutti consapevoli del momento difficile. Ma non è una scusante.

Premessa doverosa: la situazione economica della società sconsiglia ulteriori interventi correttivi sul mercato, come abbiamo più volte scritto nelle ultime settimane. Detto questo, la società sta valutando eventuali nuovi innesti? Lo chiarisco subito: io sono contento dei giocatori che abbiamo. Sicuramente possiamo fare e dobbiamo fare tutti di più. Io sono il primo di questa lista a cercare di fare di più, perché puoi sempre farlo. Ma no, non c'è il pensiero di cambiare, con questi giocatori tutti noi ci siamo messi in questa difficoltà. E dobbiamo tutti insieme, e sottolineo insieme perché è fondamentale, uscire da questa situazione. Parlo dei giocatori, dello staff, della società, di tutta la Pallacanestro Varese, dei tifosi. Serve l'aiuto di tutti quanti.

Quanto diventa importante avere ora due settimane di sosta? È molto importante, e non parlo solo della parte relativa alla possibilità di allenar- si. Serve per recuperare energie perché, in base alla mia esperienza personale, il mese di marzo è quello decisivo per una squadra. E riesci a fare un buon mese se hai le energie mentali giuste. Questa è stata un'annata faticosa dal punto di vista mentale, forse non eravamo pronti a questo tipo di sforzo. Ora dobbiamo recuperare, abbiamo possibilità di recuperare energie. Non abbiamo avuto la possibilità di farlo prima, nelle altre due soste, dobbiamo riuscire a farlo ora.

Parlare dei singoli non è mai elegante, ma cosa succede a Kangur ed Avramovic? Confermo, non mi va di parlare molto dei singoli, perché devo essere di supporto ai miei giocatori e lo faccio quotidianamente. Con loro c'è confronto, ritengo che entrambi siano due giocatori importanti per ciò che riescono a darci in campo e soprattutto per come vivono la loro professione, sono sicuro che saranno importanti per noi.

Siamo a quasi due mesi di gestione Caja, come li giudica? Io di Attilio sono molto contento, estremamente contento. Sta facendo un buonissimo lavoro. Adesso abbiamo undici finali da affrontare e saranno tutte importantissime. Lo ripeto: avremo bisogno dell'apporto di tutti, del coach, del club, dei giocatori, del pubblico, dovremo essere tutti uniti per far sì che siano davvero undici finali. È una situazione che i giocatori conoscono, glielo ripeteremo comunque. Penso che questo sia il momento di ripartire dagli allenamenti.

Alberto Coriele

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...