Jump to content

Riecco Maynor, affare per l'OJM. Vicino l'annuncio di Pelle


simon89
 Share

II lungo corteggiamento ha avuto esito positivo: Eric Maynor ha scelto Varese per rilanciare per la seconda volta in due anni la sua carriera. Il minuetto durato quasi un mese, con la missione a Las Vegas di Max Ferraiuolo per vedere all'opera il play della salvezza 2014-15 che aveva ufficialmente aperto la trattativa, si è concluso felicemente nella mattinata di ieri con la firma del contratto. Tra avvicinamenti - a metà della settimana scorsa l'affare sembrava in dirittura d'arrivo - e allontanamenti - l'agenzia statunitense ha sondato a 360 gradi il mercato in cerca della miglior offerta - la trattativa alquanto laboriosa ha avuto una brusca accelerazione nella serata di martedì. Ossia quando, in mancanza di alternative concrete dall'Italia - Torino e Trento si erano informate, senza però formulare mai una proposta ufficiale - Maynor ha rotto gli indugi accettando l'offerta "pendente" ormai da un paio di settimane da parte di Varese. Ossia il club italiano che lo aveva già riattivato dopo i 10 mesi di inattività successivi alla chiusura della carriera NBA: la società di piazza Monte Grappa aveva sfruttato il talento del 29enne playmaker per salvarsi rapidamente nel 2014-15 (13.4 punti e 7.6 assist di media in 15 gare), e Maynor aveva capitalizzato la mezza stagione biancorossa per firmare a 280mila dollari con i russi del Niznhy Novgorod. Ma l'infortunio al ginocchio sinistro (quello non rotto nel 2011) nella prima partita della stagione di VTB League lo ha costretto a dover ripartire daccapo.

Alla fine solo Varese gli ha dato credito fino in fondo scommettendo sul completo recupero dall'infortunio dopo le buone esibizioni in "The Tournament", la kermesse estiva che mette in campo formazioni di giocatori della stessa università ora professionisti in Europa in un tabellone nazionale con un montepremi da 2 milioni di dollari (la VCU di Manyor è stata eliminata agli ottavi da una selezione in cui e' è l'ex varesino Johndre Jefferson). Vincente dunque la tattica di Varese di lavorare "ai fianchi" Maynor così come era già accaduto con Kangur; e a un ingaggio stimato poco sopra i 100mila dollari - ovviamente se le ginocchia reggono - l'ex NBA è davvero un affarone per il mix di leadership e visione di gioco che può mettere a disposizione di coach Moretti.

Ora è in arrivo l'annuncio del lungo di riserva (a meno di sorprese sarà il filiforme ma esplosivo antiguano Norvel Pelle, specialista della stoppata da 2.07 metri e 98 chili) che era atteso per oggi e poi è slittato per la svolta sul fronte Maynor. Poi l'ultimo tassello del puzzle sarà un'ala piccola potente che possa dare minuti anche da 4 tattico: fallito il tris ex Virginia Commonwealth dato che Trevon Graham ha firmato un semigarantito con Orlando, si sonda il mercato a tutto campo valutando tra gli altri anche l'ex pistoiese Wayne Blackshear (10.1 punti e 3.3 rimbalzi nel 2015-16 in Toscana), brillante alla Summer League di Las Vegas con gli Charlotte Hornets.

Giuseppe Sciascia

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...