Jump to content
Sign in to follow this  

Sfatare il "tabù Sassari" con la forza di Masnago


simon89

Varese si appella alla legge del PalA2A per provare a sorprendere Sassari. Oggi a Masnago (palla a due alle 18.15) la truppa di Attilio Caja cercherà di allungare a quota 4 la sua serie di vittorie casalinghe ospitando un Banco Sardegna sempre corsaro nelle sue ultime 4 visite sulle Prealpi. Partita ricca di spunti per i biancorossi alla vigilia della pausa per la Nazionale che manderà a riposo il campionato per due settimane, permettendo i primi bilanci a metà del girone d'andata. Battere una squadra con ambizioni playoff come la Dinamo confermerebbe l'elevato spessore del "sistema-Varese" anche contro avversarie di alto livello. E in una classifica cortissima, arrivare alla prima boa di una stagione divisa in quattro tronconi (anche nel ritorno ci sarà una pausa per lasciare spazio all'Italbasket) nella zona che si contende l'accesso alla Coppa Italia darebbe una ulteriore iniezione di fiducia ad un ambiente conquistato dal mix di impegno, determinazione ed energia profuso costantemente dalla "Varese operaia" del coach pavese.

Gli ottimi riscontri delle prevendite, con oltre mille biglietti già staccati prima dell'apertura dei botteghini, preludono al primo match stagionale con più di 4.000 spettatori in tribuna. Almeno 500 in più rispetto ai tifosi che sette settimane fa si presentarono al PalA2A per l'esordio casalingo contro Venezia: un dato eloquente riguardo ai consensi conquistati in corsa dalla "sporca dozzina" biancorossa. E ovviamente una spinta supplementare in vista della sfida odierna per Ferrerò e soci, chiamati a riproporre il feroce approccio difensivo che ha permesso loro di schiantare Cantù e Trento sul piano del ritmo e dell'intensità. I numeri danno indicazioni chiare sull'indole antitetica delle squadre in campo stasera al PalA2A: la terza difesa della serie A impostata da "Artiglio" ospiterà una Dinamo che ha conservato la storica matrice votata all'attacco (secondo del torneo a 83,9 di media). Se da un lato però Varese prepara un assalto che non preveda soltanto baionetta ma anche logoramento (leggi il più che probabile uso della zona, arma determinante con la quale domenica scorsa Capo d'Orlando ha espugnato il PalaSerradimigni), dall'altro è lo stesso Banco Sardegna - attraverso le considerazioni pie gara di coach Federico Pasquini - a ipotizzare una partita "camminata" per non esaltare le qualità in campo aperto dei biancorossi.

L'assenza dell'ex Stipcevic (out per una pulizia di un ginocchio) potrà essere però d'aiuto a Varese: la Dinamo ha grande talento perimetrale con la guardia Bamforth (14,4 punti col 58% da 2 e il 42% da 3) e la coppia in regia Hatcher-Spissu, sotto canestro l'altro ex Polonara e il piccolo ma esplosivo centro Jones sviluppano un notevole potenziale atletico, e il roster è profondo con rotazioni a 9 giocatori. Contro una squadra dinamica ma non pesantissima (eccetto per il centro di riserva Planinic) servirà prima di tutto il controllo dei tabelloni e di conseguenza quello del ritmo: servirà una Varese arrembante ma anche lucida per fare poker al PalA2A e arrivare alla pausa sognando la metà alta della classifica...

Giuseppe Sciascia

Sign in to follow this  


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...