Jump to content

Varese assente, cappotto Trento


simon89
 Share

L’Openjobmetis getta la spugna sotto il peso di assenze e infortuni nella finalissima del “Trofeo dei Consorzi”. Trento passeggia a Masnago contro una incerottatissima squadra di Moretti, ridotta ai minimi termini in corso d’opera di una partita nella quale gli aggregati Borsato e Bulleri hanno totalizzato il minutaggio più elevato, e negli ultimi 15’ - stante i lievi infortuni di Avramovic ed Eyenga, i migliori nel match contro Siena - c’è stato spazio a rotazione per gli Under 20 Lo Biondo, De Vita e Bergamaschi.

Agli assenti annunciati Maynor, Johnson e Cavaliero si aggiungono anche Kangur (riposo precauzionale dopo un lieve risentimento alla schiena nel terzo quarto conto Siena) e Anosike (senza esito il provino a caldo nei primi 2’30” dopo il risentimento muscolare nel finale del match di venerdì).

Inoltre Avramovic, ultimo superstite del reparto guardie, esce di scena a metà secondo quarto per un problema alla schiena, ed Eyenga resta in panchina dalle battute iniziali del terzo quarto per un lieve infortunio ad una caviglia.

In questa versione “disastrata”, Varese riesce ad opporre resistenza per poco più di un quarto di fronte alla pimpantissima Dolomiti Energia, capace di esprimere un basket frizzante e ben organizzato nonostante la mini rivoluzione estiva (nuovi tutti e 5 gli stranieri oltre alla pesante perdita della stellina Pascolo).

Troppo incompleta l’Openjobmetis per esprimere un giudizio compiuto sul piano tecnico in questa versione lontanissima da quella reale; la gente di Masnago riserva applausi solamente a qualche prodezza atletica di Norvel Pelle, ma resta ovviamente il rammarico per i troppi infortuni che stanno condizionando la messa a punto della squadra.

Varese aveva iniziato prima di tutti per arrivare pronta alle sfide contro i portoghesi, ma a metà delle 6 settimane previste di preparazione acciacchi e contrattempi (leggi l’arrivo ritardato di Eyenga) hanno visibilmente rallentato i programmi iniziali. Ora l’auspicio è che ieri sera si sia toccato il fondo dal punto di vista degli infortuni, e che dal prossimo weekend a Casale Monferrato (auspicabilmente col solo Johnson ancora ai box) si possano iniziare ad effettuare quelle “prove generali” al momento rimandate per oggettiva mancanza di corpi disponibili.

Effimero l’equlibrio iniziale (14-15 al 7’) firmato da qualche spunto di Campani ed Eyenga; la zona 2-3 utilizzata giocoforza da Moretti è bucata a ripetizione dalla fluida circolazione di palla trentina. I dardi di Forray e Moraschini dilatano progressivamente il gap (18-30 al 13’, 19-38 al 16’); senza trazione posteriore Varese non ha pericolosità offensiva (14 perse e 1/11 da 3 a metà gara), mentre la Dolomiti Energia continua a spingere sull’acceleratore in campo aperto fino al 25-50 del 20’. Dopo l’intervallo l’Openjobmetis prova a reagire (35-52 al 23’) con l’energia di Pelle ed Eyenga; ma quando l’ala congolese scivola sul piede diHogue, Moretti preferisce dare spazio ai giovani (gloria finale per De Vita e Lo Biondo) per non rischiare di esaurire definitivamente lo spazio in un’infermeria già sovraffollata.

La prossima settimana altre tre partite in 8 giorni tra il viaggio di mercoledì a Treviglio e il weekend a Casale Monferrato: l’auspicio è che il secondo antipasto di serie A in programma sabato contro Brindisi offra riscontri più credibili rispetto a quelli di ieri sera…

Giuseppe Sciascia

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...