Jump to content

Varese esplora la pista Silins


simon89
 Share

Caccia aperta all'ala piccola titolare per una Openjobmetis che attende risposte nella giornata odierna dopo aver gettato diversi "ami". Tra le ipotesi al vaglio spunta la pista che porta ad Ojars Silins: la 23enne ala lettone in uscita dopo 6 stagioni da Reggio Emilia (5.1 punti e 1.8 rimbalzi in 4 stagioni alla Grissin Bon dopo essere sbarcato al PalaBigi nel 2010 dalle giovanili di Riga) avrebbe le atout tecniche e fisiche adatte per ricoprire il ruolo di giocatore di raccordo con doti balistiche importanti che Varese sta cercando per completare il puzzle.

L'atleta del 1993 non ha quell'esperienza e quella fisicità prorompente (ma è comunque un atleta rispettabile) che si voleva inserire nel pacchetto; si tratta però di un prospetto molto interessante che a Reggio Emilia si è un po' fermato (4.5 punti e 1.2 rimbalzi nel 2015-16 dopo i 6.5e 2.3 dell stagione precedente). E alla scadenza del contratto con la società con cui ha disputato le ultime due finali scudetto ha esplorato il mercato in cerca di minuti da protagonista nello spot di ala piccola con un ingaggio importante. La disponibilità sul mercato ai primi di agosto e il "tesoretto" a disposizione di Varese per l'ultimo tassello del roster dopo le operazioni Maynor e Pelle potrebbero rendere accessibile l'operazione Silins per le casse dell'Openjobmetis. Soprattutto perché il club di piazza Monte Grappa potrebbe proporre al nazionale lettone - in campo ai primi di luglio nel Preolimpico di Belgrado: 7.7 punti e 4.3 rimbalzi in 3 gare - quel ruolo da protagonista in quintetto base che Reggio Emilia non gli poteva più offrire, oltre alla vetrina delle coppe - che sia Champions League o FIBA Cup - indispensabile per il suo status internazionale.

Di sicuro il mix tra futuribilità, doti balistiche e passaporto (partire con 5 europei potrebbe rendere più facili eventuali correttivi in corsa) ne farebbero un profilo intrigante, investendo su un giocatore che potrebbe davvero esplodere nel contesto giusto. Anche se con Silins si aggiungerebbe un altro giocatore con necessità di essere innescato sugli scarichi al pari di Melvin Johnson, e poca dimensione dal palleggio che invece potrebbe essere utile per non dipendere in tutto e per tutto dalle invenzioni di Eric Maynor.

Nel frattempo però si sonda anche il mercato degli americani d'esperienza tra coloro che hanno già disputato le competizioni internazionali; il ruolo di "3 più" con tiro perimetrale nel quale Varese sta cercando il suo tassello finale non è però particolarmente ricco di profili competitivi nell'incastro tra costi e caratteristiche tecniche. Resta invece in sospeso la pista James Bell: l'esplosivo atleta ex Cremona sarebbe la seconda opzione per la società di piazza Monte Grappa, che dopo aver espresso interesse per l'ala del 1992 non ha ancora formulato una proposta ufficiale per convincere il giocatore che nel 2015-16 ha giocato a Nancy. Il prodotto di Villanova University, più atletico e forte fisicamente rispetto a Silins - ma analogamente privo di dimensione dal palleggio in 1 contro 1 - ha però in mano l'offerta scritta dell'Hapoel Holon: fino alla serata di ieri attendeva ancora un cenno di Varese, che però potrebbe anche non arrivare mai. A meno di clamorosi colpi di scena, entro le prossime 48 ore dovrebbe arrivare la tanto sospirata ultima firma straniera dell'estate 2016.

Giuseppe Sciascia

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...