Jump to content

Varese, non puoi sbagliare


L'Openjobmetis va in cerca di continuità in campionato per cancellare le delusioni europee. Stasera al PalA2A (palla a due alle 20.30) la truppa di Paolo Moretti ospita la matricola Germani Brescia. Nel primo degli anticipi per agevolare le trasferte europee del martedì - con tanto di ringraziamenti pubblici del coach toscano a Brescia che ha accettato di giocare al sabato sera, dopo il "cortocircuito" del mese scorso con Brindisi e Pistoia - Varese è attesa da un test molto delicato, soprattutto in caso di sconfitta che potrebbe far soffiare venti di crisi in grado di mettere in discussione tutto e tutti. Partita da vincere a tutti i costi per la classifica ed il morale, alla luce della necessità di tenere la rotta per gli obiettivi Final Eight e playoff dopo che il sogno del passaggio del turno in Champions League è stato quasi definitivamente compromesso. In Italia, dove il livello è più basso - soprattutto per quanto riguarda fisicità ed organizzazione - Varese nasconde con più facilità i suoi problemi di messa a punto palesati a ripetizione a livello internazionale (69.3 punti contro i 79.3 del campionato, e i biancorossi sono quarantesimi su 40 partecipanti negli assist totali).

Per questo la sfida contro la Leonessa, gruppo di veterani con qualità offensive importanti ma un tasso atletico relativo e una propensione difensiva limitata (penultimi in serie A a 84.7 punti subiti), sembra calzare a pennello alle attuali necessità dell'Openjobmetis. Vincere stasera servirebbe a restare agganciati alla metà alta della classifica alla vigilia di altre due sfide non impossibili (domenica trasferta a Capo d'Orlando, poi il derby con Cantù). Ma soprattutto a recuperare autostima e fiducia da parte dell'ambiente, dopo che al termine della gara di mercoledì contro il Rosa Radom la qualità davvero modesta della prestazione - pur a dispetto dell'impegno che è stato inappuntabile - ha suscitato qualche mugugno sulle tribune. «Contro i polacchi abbiamo difeso bene per 40 minuti, ma attaccato bene solo per metà gara: questa volta dovremo restare concentrati per l'intero arco della partita, prestando particolare attenzione alle trappole di una squadra che ha tanti giocatori in grado di rendersi pericolosi»: così Paolo Moretti inquadra il match contro la Germani, rilanciata dal raid di domenica scorsa a Brindisi dopo un avvio di stagione sofferto.

La matricola guidata da Andrea Diana ha puntato principalmente sull'esperienza, confermando il veterano David Moss (inseguito da Varese prima che la promozione sul campo con Brescia lo inducesse ad accettare il rinnovo del contratto) e affiancandolo con elementi rodati come l'ex azzurro Luca Vitali in regia, la talentuosa ala Landry (secondo marcatore della serie A a 18.6 punti) e l'ultimo arrivato Christian Burns, che ha aggiunto pericolosità interna al gruppo; da tenere d'occhio anche l'esplosiva guardia rookie Lee Moore (17.0 punti col 48% da 3), che garantisce vitalità ed energia sul perimetro. Per Varese resta il il dubbio Campani, anche ieri ai box per i problemi al ginocchio la cui prognosi sarà stabilita la prossima settimana: il giocatore ha dato disponibilità a scendere comunque in campo, sul suo utilizzo si deciderà in extremis dopo la rifinitura di stamattina.

Giuseppe Sciascia 


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...