Jump to content

Varese piace al capitano «Identità e volto chiaro»


simon89
 Share

Giancarlo Ferrero apprezza la coralità già metabolizzata dalla nuova Varese. Il capitano biancorosso condivide la sensazione generale emersa dalle prime tre amichevoli della stagione 2017 -18 : la squadra ha già trovato una sua identità basata sui concetti tanto cari al coach Attilio Caja. E questa sua fisionomia votata al pensare "noi" in ogni situazione dovrà essere il punto di riferimento per l'intera annata: «Sicuramente abbiamo mostrato una faccia fin da subito: è quello che il coach vuole, stiamo lavorando per mettere in pratica le sue indicazioni e sviluppare la nostra identità. La cosa importante sarà quella di riuscire a mantenere questo tipo di atteggiamento anche nei momenti non facili, che sicuramente arriveranno. Proprio in base alla costruzione della squadra è quello che ci vuole: il punto di partenza del sistema sono l'aggressività, la presenza mentale e la capacità di aiutarci uno con l'altro. Dovremo essere bravi a mantenere sempre questo spirito come abbiamo fatto dal giorno 1 della stagione».

In attesa di riscontri ulteriori di un precampionato che si appresta ad entrare nel vivo, è stata comunque apprezzabile la concentrazione difensiva mantenuta per 40' filati anche in una serata povera di qualità balistica come quella di Castelletto Ticino. «Dovrà essere questa la chiave che ci dovrà accompagnare per tutta la stagione. Mercoledì abbiamo commesso errori ma siamo stati lì per tutta la partita, provando a essere aggressivi e mettendo sempre in campo la giusta voglia di fare. Capiteranno altre serate negative in attacco, ma dovremo prendere l'energia dalla difesa, essere intensi e non permettere agli avversari di fare quello che vogliono. C'è volontà e disponibilità di aiutarci e questo è un ottimo punto di partenza: continuiamo a lavorare concentrandoci su noi stessi anche nei prossimi test impegnativi ad iniziare dal Trofeo Lombardia».

L'ala piemontese ribadisce l'importanza dell'aspetto motivazionale per stimolare i singoli a dare il massimo nella stagione alle porte: «Questa squadra è stata creata con un'idea di forte motivazione per tutti. Ciascuno di noi, pur con età ed esperienze diverse, è in un momento importante della carriera. E un passaggio importante per tutti e vogliamo sfruttare al meglio questa opportunità. L'obiettivo è questo: ci saranno anche momenti difficili, magari già nel precampionato o durante la stagione. Ma se avremo la forza di restare fedeli alla nostra identità ne verremo fuori, perché per noi sarà fondamentale mantenere le certezze acquisite». Di certo la Varese vista nelle prime tre amichevoli ha saputo tener fede alle promesse fatte da Attilio Caja ai tifosi biancorossi nel primo incontro pubblico del 18 agosto: «E il mio terzo anno a Varese, ed ho imparato che questo pubblico ha una straordinaria capacità di supportare una squadra che pur con dei limiti getta in campo tutte le risorse a sua disposizione. Se metteremo in campo l'atteggiamento giusto, sicuramente risponderà presente nel nostro palazzetto come è successo quando la squadra ha tirato fuori gli attributi negli ultimi due anni».

Giuseppe Sciascia

 Share


User Feedback

Recommended Comments

There are no comments to display.



Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Add a comment...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...

×
×
  • Create New...