Jump to content

Ci siamo, finalmente!


Recommended Posts

Il presidente della FIP, Fausto Maifredi, su mandato del Consiglio federale del 6 maggio scorso, ha assunto le delibere 51 e 52.

Le delibere riguardano le modalità con cui potranno essere composte le squadre che partecipano al Campionato di Serie A 2006-2007 e sono il punto di arrivo di un lungo lavoro. La FIP ha fatto ogni sforzo possibile per venire incontro alle richieste delle società, nel rispetto delle leggi dello Stato, delle normative del CONI e nell'interesse dell'intero movimento della pallacanestro italiana.

Le delibere, quindi, prevedono:

Atleti extracomunitari e neocomunitari (stagione 2006-2007):

Ogni società potrà usufruire di 5 (cinque) visti complessivi (tre più due sostituzioni) per il tesseramento di atleti extracomunitari, inoltre potrà usufruire di 3 (tre) carte di soggiorno per il tesseramento di atleti neocomunitari.

E' stabilita, quindi, l'iscrizione a referto, per ogni gara, di un numero massimo di 3 atleti extracomunitari e 3 neocomunitari.

Atleti italiani (stagioni 2006-2007 e 2007-2008):

E' stabilita l'iscrizione a referto di minimo numero 6 (sei) atleti italiani, di cui 4 (quattro) di formazione italiana e 2 (due) non formati in italia (i cosiddetti "passaportati").

E' stato rimosso per questi ultimi l'obbligo che almeno uno fosse eleggibile per la Nazionale, accogliendo così le richieste delle società che dovevano affrontare speculazioni in tal senso.

Per giocatore di formazione italiana si intende anche il giocatore di cittadinanza straniera formato nei vivai italiani giovanili e che abbia partecipato a campionati giovanili FIP per almeno quattro stagioni sportive.

L'iscrizione a referto degli atleti italiani è indipendente dal numero totale degli atleti iscritti in quanto nel Campionato di Serie è previsto un massimo di 12 e un minimo di 10 atleti a referto.

Per i giocatori italiani è fatto obbligo alle società depositare minimo cinque contratti.

Dalla stagione 2008-2009 tutti i giocatori italiani iscritti a referto (numero minimo sei) dovranno essere di formazione italiana.

Link to comment
Share on other sites

Il presidente della FIP, Fausto Maifredi, su mandato del Consiglio federale del 6 maggio scorso, ha assunto le delibere 51 e 52.

Le delibere riguardano le modalità con cui potranno essere composte le squadre che partecipano al Campionato di Serie A 2006-2007 e sono il punto di arrivo di un lungo lavoro. La FIP ha fatto ogni sforzo possibile per venire incontro alle richieste delle società, nel rispetto delle leggi dello Stato, delle normative del CONI e nell'interesse dell'intero movimento della pallacanestro italiana.

Le delibere, quindi, prevedono:

Atleti extracomunitari e neocomunitari (stagione 2006-2007):

Ogni società potrà usufruire di 5 (cinque) visti complessivi (tre più due sostituzioni) per il tesseramento di atleti extracomunitari, inoltre potrà usufruire di 3 (tre) carte di soggiorno per il tesseramento di atleti neocomunitari.

E' stabilita, quindi, l'iscrizione a referto, per ogni gara, di un numero massimo di 3 atleti extracomunitari e 3 neocomunitari.

Atleti italiani (stagioni 2006-2007 e 2007-2008):

E' stabilita l'iscrizione a referto di minimo numero 6 (sei) atleti italiani, di cui 4 (quattro) di formazione italiana e 2 (due) non formati in italia (i cosiddetti "passaportati").

E' stato rimosso per questi ultimi l'obbligo che almeno uno fosse eleggibile per la Nazionale, accogliendo così le richieste delle società che dovevano affrontare speculazioni in tal senso.

Per giocatore di formazione italiana si intende anche il giocatore di cittadinanza straniera formato nei vivai italiani giovanili e che abbia partecipato a campionati giovanili FIP per almeno quattro stagioni sportive.

L'iscrizione a referto degli atleti italiani è indipendente dal numero totale degli atleti iscritti in quanto nel Campionato di Serie è previsto un massimo di 12 e un minimo di 10 atleti a referto.

Per i giocatori italiani è fatto obbligo alle società depositare minimo cinque contratti.

Dalla stagione 2008-2009 tutti i giocatori italiani iscritti a referto (numero minimo sei) dovranno essere di formazione italiana.

Ergo se ho ben compreso :

Howell + altri 2 extra

Hafnar + altri 2 neocom

Fernandez + farabello italo

Depol + 3 italiani anche bocia

Link to comment
Share on other sites

Ergo se ho ben compreso :

Howell + altri 2 extra

Hafnar + altri 2 neocom

Fernandez + farabello italo

Depol + 3 italiani anche bocia

..se per bocia intendi giovane no. Si parla di un minimo di 5 con contratto professionistico per gli italiani.

Quindi Farabello Fernandez De Pol e altri 2 italiani con contratto, oggi sarebbero il Bolzo e Allegretti...più un giovane senza contratto, in pendenza di tesseramento come giovane di serie.

Link to comment
Share on other sites

..se per bocia intendi giovane no. Si parla di un minimo di 5 con contratto professionistico per gli italiani.

Quindi Farabello Fernandez De Pol e altri 2 italiani con contratto, oggi sarebbero il Bolzo e Allegretti...più un giovane senza contratto, in pendenza di tesseramento come giovane di serie.

Il mio ragionamento era : 9 giocatori effettivi ( 8 stranieri + Depol ) + 2 sostituzioni , che bisogno c'è di altri italiani ??? Bastano 3 giovani al minimo salariale .

Campanilisticamente , mi pare una stronzata .

Edited by Virgus
Link to comment
Share on other sites

Il mio ragionamento era : 9 giocatori effettivi ( 8 stranieri + Depol ) + 2 sostituzioni , che bisogno c'è di altri italiani ??? Bastano 3 giovani al minimo salariale .

Campanilisticamente , mi pare una stronzata .

3 giocatori, nn necessariamente giovani, al minimo contrattuale come da accordo collettivo li puoi prendere...

Link to comment
Share on other sites

Guest Stewe

mi sa che è ancora lunga...

Il presidente della Lega di serie A Enrico Prandi definisce le delibere sui tesseramenti di atleti extracomunitari adottate dal presidente federale Maifredi "imposte e non condivise". "Sono delibere presidenziali - spiega Prandi - e non delibere condivise, ma imposte dal presidente federale alle società. I tre neocomunitari? Stiamo parlando di una categoria di giocatori che non sappiamo fino a quando ci sarà, non nascondiamo poi il fatto che questi paesi sono comunitari. Con queste classificazioni non si abbattono i costi: volevamo una maggiore elasticità e invece queste delibere confermano la posizione precedente. Valuteremo comunque cosa fare nella prossima assemblea di Lega, che si terrà entro fine mese".

liberi tutti

Link to comment
Share on other sites

Beh, facile: Hafnar-K.Lavrinovic-Timinskas; ...no? :P;)^_^

:lol::lol:

Adesso ti faccio un semplice questionario :P :

Perchè mi escludi sempre gutierrez dai papabili come n4 al fianco di rolando? :huh:

1)sei sicuro che ci voglia per forza un 4 grosso al fianco di Howell? non basterebbe avere un maggioli dappa panca e un 4 titolare che corre in contropiede va a rimbalzo e tira da 3(leo e i 2 williams)?

2)e mi rifaccio alla domanda precedente;citi sempre chris e damon williams come possibili 4 americani con le sopracitate caratteristiche ma non pensi sarebbe meglio un argentino sanguigno che non molla mai, che è conosciuto da magnano daniel e gabriel e con cui si potrebbe firmare un pluriennale,cosa difficile con gli americani?

3)non ha il passaporto e quindi occuperebbe un visto extra con la possibilità in un prossimo futuro di ottenere un passaporto spagnolo/italiano ( tutti hanno parenti qua...)ma comunque se fanno il 6+6 non vedo grosse rinunce alla luce del fatto che ci tocchera prendere 1/2 usa o 1/2 jugo negli spot 1 o 2-3.Che dici?

4) impatto sul campionato: credo che sarebbe uno da 13/14 di media sicuri con l importantissimo gioco dentro/fuori che deve avere un 4 che gioca al fianco di un lungo dinamico come howell.Poi i suoi rimbalzi li prende sempre.Dietro piazzarei fernandez maggioli e depol ( lo vedo ormai come 5° lungo ma nn me ne separerei mai!)che come noti possono giocare tranquillamente con ognuno dei due titolari.avremmo un lungo in più ok ma ci costano meno questi 5 che howell+fernandez+depol+ un 4 alla mottola o giu di li!

Cosa ne pensi?

Confermati i soliti 5( fara depol howell fernandez e maggioli) rimarrebbe un lungo grosso di riserva e 2 esterni (uno è il play) con tiro e possibilmente atletismo per tenere l 1vs1 dei vari holland hawkins belinelli ecc ecc....

Credo che se prendiamo un vero play con punti nelle mani e che sappia far girare la squadra non ce ne servirebbe uno di riserva per giocare pochi minuti.Meglio usare per quei 5/6 min il buon farabello che se lo si utilizza in quel lasso di tempo non va fuori giri.

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...