Jump to content

IO A QUESTO DAREI UN BEL PO' DI SBERLE


Recommended Posts

"Moda non ha colpa per anoressia"

Gabbana: "Sbagliato demonizzare la 38"

Dopo la morte di una modella brasiliana per anoressia, torna prepotente il dubbio su una possibile complicità tra mondo delle passerelle e squilibri alimentari. "Ma dove sono queste modelle grissino? - replica Stefano Gabbana sulle pagine della Stampa - Qui si continua a confondere una malattia grave con la magrezza. L'anoressia è una cosa seria, ma da lì a incolpare il mondo della moda ce ne vuole".

Secondo Stefano Gabbana si tratta di una montatura pubblicitaria inventata a tavolino dagli spagnoli, che per primi si sono lanciati nella battaglia contro la taglia 38. "Gli spagnoli pensino a fare bene la paella, perché di vestiti non capiscono niente. Anzi, potrebbero evitare di sfilare", commenta il sarto. "Invece no, per farsi notare hanno persino pensato di abolire le taglie filiformi. Un modo come un altro per costringere i giornali a parlare di loro...".

Il dibattito, comunque, non si è fermato nella penisola iberica. Ha avuto un seguito in Gran Bretagna e anche in Italia, dove il ministro Giovanna Melandri ha lanciato agli stilisti un appello per fare un piano di lotta comune contro l'anoressia. "Ha ragione la Melandri a prevenire l'anoressia in modo serio - dice Gabbana -, ma da lì a incolpare la moda e le indossatrici ce ne passa".

"Posso assicurare - continua - che la "magrezza-bellezza" per la maggior parte delle modelle è un dono di natura. Le vedo dietro le quinte, magnano a quattro palmenti: beate loro che hanno un metabolismo veloce!" :ph34r: . "Io, invece - racconta Gabbana - per smaltire il grasso accumulato devo andare in palestra..."

Rimane che sulle passerelle di taglie 46, o anche 44, non se ne vedono. "Va detto che le mannequin devono avere certe caratteristiche per far cadere bene l'abito sul corpo. Ma la più magra che ha sfilato per la nostra casa pesa 48 chili per 1, 67 di altezza: è bella, longilinea, proporzionata...insomma, non è anoressica".

ma questo chi vuol prendere x il c***???? :sorcerer:

Link to comment
Share on other sites

ma questo chi vuol prendere x il c***???? :ph34r:

la mia ex si strafocava e portava la 40.

che una ragazza di 16-20 anni abbia un metabolismo veloce è più che plausibile.

a me tutti questi articoli sull'anoressia dovuta all'emulazione delle modelle sono sempre parsi delle cagate, tanto quanto gli articoli che sostengono che i videogiochi violenti istigano la gente ad uscire per strada con il canne mozze.

non sono uno psicologo, ma un problema come l'anoressia credo abbia motivazioni un filino più complesse del voler sembrare Kate Moss.

Link to comment
Share on other sites

la mia ex si strafocava e portava la 40.

che una ragazza di 16-20 anni abbia un metabolismo veloce è più che plausibile.

a me tutti questi articoli sull'anoressia dovuta all'emulazione delle modelle sono sempre parsi delle cagate, tanto quanto gli articoli che sostengono che i videogiochi violenti istigano la gente ad uscire per strada con il canne mozze.

non sono uno psicologo, ma un problema come l'anoressia credo abbia motivazioni un filino più complesse del voler sembrare Kate Moss.

Sono con te Leasir; che poi se ne occupi (con tanto di proclami) addirittura un ministro con tutti gli altri cazzi che ha la Repubblica Italiana, mi pare davvero eccessivo.

Link to comment
Share on other sites

Il problema nn è, o almeno nn solo, voler sembrare Kate Moss...il problema è se vuoi restare nel mondo della moda con il tuo bel contrattino, e la tua bella vita, devi assolutamente adeguarti al sistema, taglia 38 per intenderci.

Ed in un mondo dove l'immagine conta sempre di più, una ragazzina di 16 anni riterrà che bellezza e successo equivalga a magrezza. Da uomo mi ribello, ho l'ufficio a Roma vicino ad un'agenzia di moda...beh che spreco!!!!

Link to comment
Share on other sites

Io non sono uno psicologo, ma penso che lo spirito di emulazione presente negli adolescenti non sia tanto trascurabile...

Certi messaggi passano e specie tra le ragazzine questo può avere effetti devastanti

Link to comment
Share on other sites

allora, dividiamo la questione:

l'anoressia è una malattia A PRESCINDERE, ed è da curare a livello mentale, su questo non c'è dubbio.

Se a questo si aggiunge che per fare QUEL DETERMINATO LAVORO, devi essere un chiodo e guai se metti su un etto, in un attimo si cade nella trappola della magrezza patologica.

Ci sono fior di studi sull'argomento, e Gabbana è proprio un pirla.

Link to comment
Share on other sites

Probabilmente il discorso è vero per alcune persone...degli esempi li abbiamo tutti sotto gli occhi di ragazzi che mangiano come dei porci e non mettono su nemmeno un etto...anche quando non fanno niente!

Il vero problema è che se molti sono cosi altri non lo sono e per rimanere simile a quello che la "moda impone"devono fare eccessivi e sbagliate costrizioni alimentari che se non portano all'anoressia comunque portano a problemi di altro genere!

Non credo che si debba demonizzare nè la 38 come non si debba demonizzare una taglia abbondante....IL GIORNO IN CUI CI ACCETTEREMO TUTTI PER QUELLO CHE SIAMO SARA' LA VERA VITTORIA!

Link to comment
Share on other sites

allora, dividiamo la questione:

l'anoressia è una malattia A PRESCINDERE, ed è da curare a livello mentale, su questo non c'è dubbio.

Se a questo si aggiunge che per fare QUEL DETERMINATO LAVORO, devi essere un chiodo e guai se metti su un etto, in un attimo si cade nella trappola della magrezza patologica.

Ci sono fior di studi sull'argomento, e Gabbana è proprio un pirla.

yes

Link to comment
Share on other sites

Il problema nn è, o almeno nn solo, voler sembrare Kate Moss...il problema è se vuoi restare nel mondo della moda con il tuo bel contrattino, e la tua bella vita, devi assolutamente adeguarti al sistema, taglia 38 per intenderci.

Ed in un mondo dove l'immagine conta sempre di più, una ragazzina di 16 anni riterrà che bellezza e successo equivalga a magrezza. Da uomo mi ribello, ho l'ufficio a Roma vicino ad un'agenzia di moda...beh che spreco!!!!

Alessia Marcuzzi, Sabrina Ferilli, Manuela Arcuri, La gatta nera, le veline, Valeria Marini, Sara Tommasi, Elisabetta Canalis ............bellezza e successo = magrezza ?? ........non mi pare proprio........

Edited by ROOSTERS99
Link to comment
Share on other sites

Alessia Marcuzzi, Sabrina Ferilli, Manuela Arcuri, La gatta nera, le veline, Valeria Marini, Sara Tommasi, Elisabetta Canalis ............bellezza e successo = magrezza ?? ........non mi pare proprio........

Tu hai ragione però guardi con gli occhi di un uomo, mia nipote che ha 14 anni e nn solo lei guarda solo quel tipo di donna...

Link to comment
Share on other sites

Ma la più magra che ha sfilato per la nostra casa pesa 48 chili per 1, 67 di altezza: è bella, longilinea, proporzionata...insomma, non è anoressica".

ma questo chi vuol prendere x il c***???? :g[1]:

Calcolatrice alla mano, calcoliamo l'indice di massa corporea...

1,67x1,67= 2,7889

48: 2,7889= 17,21

Informerei il "signor" Gabbana che i dietologi considerano "preoccupantemente sottopeso" gente il cui indice di massa corporea è inferiore a 18. E che il "normopeso" è l'indice compreso tra 20 e 25.

Detto ciò, è ovvio che l'anoressia non si spiega solo col desiderio d'emulare le modelle. Ma il sentimento d'inadeguatezza rispetto ai modelli proposti dalla moda, dalla pubblicità, dallo showbiz in toto non è certamente estraneo al costante incremento dei casi. Una ragazza di 1,80 che pesi 50 (ma anche 55) kg è sottopeso, non "longilinea" e "proporzionata"!

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...