Jump to content

Boscagin biancorosso?


Recommended Posts

Dal 2008/09 gli organici dovranno vedere la presenza di 6 giocatori italiani, di formazione e nascita...considerata la sempre più crescente scarsa competitività delle nostre squadre sul mercato dei comunitari ed extra, sarà fondamentale per tutti dotarsi di un buon numero di giocatori italiani validi per mantenere un'accettabile competitività.

Io Boscagin nn lo prenderei, ma è così difficile capire l'ìmportanza del suo arrivo così come sarà importante permettere a passera di esprimersi...

Link to comment
Share on other sites

Prevede la rinuncia a Carter ma non la rinuncia all'acquisto di 2 esterni stranieri. Alla fine la rosa sarebbe:

Capin - Passera

X - Boscagin

X - Hafnar

Galanda - De Pol

X - Fernandez

credo tu ti stia sbagliando perche il chiappa sulla prealpa parla chiaramente di boscagin come mezzo di riduzione degli stranieri in squadra,ergo daremmo benservito a carter,il bosca sarebbe titolare con alle spalle mladjan o un giovane,io la vedo parecchio disastrosa....

Link to comment
Share on other sites

Ma no Chiapparo dice questo:

"A Chiapparo piace Giorgio Boscagin, 24enne guardia-ala cresciuta a Verona, in scadenza di contratto a Reggio Emilia, dove la sua stagione 2006/2007 si è chiusa in largo anticipo per un brutto infortunio al ginocchio: mossa che preluderebbe a una rinuncia definitiva a Keith Carter ma non a un’ulteriore riduzione del numero degli extra-comunitari in organico.

«Giorgio fa parte di quella fascia di giocatori emergenti che per passaporto ed età si sposa perfettamente con la nostra politica - conferma Chiapparo -. Lo considero uno dei nostri obiettivi, anche se l'eventualità del suo arrivo non significherebbe limitare ulteriormente il numero degli stranieri. Vedrei bene anche una soluzione con quattro esterni di cui due stranieri, uno dei quali sarebbe una "scommessa" giovane da pescare tra NCAA, leghe minori americane e campionati europei. In fondo non vedo perché si debba scegliere necessariamente giocatori statunitensi, anzi una delle cose che fanno pendere la bilancia a favore di Mrsic è proprio la sua conoscenza del mercato dell'Est».

Tradotto 2 extracomunitari verranno dal nostro campionato, il terzo dal sommerso basket europeo e nn...

Link to comment
Share on other sites

Non proprio...Io direi un costruttore di gioco+elementi atletici+difesa.

mah! nel fantastico mondo del Mazzulatore©, Vitali potrebbe avere tutte queste caratteristiche invece che essere uno che non si schioda dalla linea da tre punti.

dopotutto, nel fantastico mondo del Mazzulatore© il gioco di Magnano non è efficace e Lardo è un allenatore tutto frizzi lazzi e alleoopincontropiededopopassaggiodiaperturadietrolaschiena.

Link to comment
Share on other sites

Sarà Giorgio Boscagin il prossimo acquisto della Whirlpool? Possibile, anzi probabile: la guardia di origine veronese - 24 anni, 1,95 di altezza - che negli ultimi tre anni ha vestito la maglia della Bipop Reggio Emilia è ormai molto vicino ad approdare in biancorosso.

L'ultimo piccolo dubbio sull'ingaggio pare legato alle sue condizioni fisiche visto che "Bosca" è reduce da un grave infortunio (rottura del crociato anteriore sinistro) subito lo scorso novembre durante la partita con Biella. Un incidente che ha momentaneamente interrotto la crescita di un giocatore che partendo dai campi della B2 (dove la Reggiana lo girò dopo gli esordi di Verona) è arrivato fino alla maglia azzurra con cui ha vinto l'oro ai Giochi del Mediterraneo. In via Sanvito non ci si è ancora dimenticati il difficile ritorno in campo di Christian Digiuliomaria, clinicamente guarito ai tempo del suo acquisto da Cantù ma in difficoltà a calcare subito il parquet.

Per Boscagin sono quindi previsti una serie di test fisici e atletici, ma come detto la guardia è davvero vicina all'acquisto; tra l'altro il suo agente (Sbezzi) è atteso in città sia per "calibrare" il contratto (un triennale?) sia per un contatto diretto con gli altri suoi assistiti.

In attesa di capire chi sarà il prossimo allenatore (passi avanti ufficiali non ce ne sono ancora, Pillastrini come anticipato è finito alla Virtus Bologna) inizia invece a delinearsi il futuro di altri giocatori della galassia varesina. Francesco Gergati e Franz Conti sembrerebbero diretti verso la B d'eccellenza; l'ala andrà a Lumezzane, per il play è invece confermato l'interessamento da parte di Vigevano. Anche Federico Bolzonella, che ha ancora un anno di contratto con Varese ma ha preferito non rinnovarlo, potrebbe finire nella terza serie: Casalpusterlengo è sulle sue tracce, ma non si esclude che possa anche trovare spazio in LegaDue. Un altro giovane biancorosso che pare avviato a un prestito in B1 è Totò Genovese; la Whirlpool è interessata a fargli fare esperienza in una squadra che può concedergli un minutaggio interessante.

A Varese rimarrà invece Riccardo Antonelli, il "lituano" come è stato soprannominato da Gianni Chiapparo. L'ala di Sesto Calende, al pari dei due talenti della Robur Rosignoli e Padova, potrebbe rientrare nell'accordo tra le maggiori società cittadine al quale si sta lavorando da tempo.

Link to comment
Share on other sites

Guest Paul The Rock

Giorgio Boscagin è un uomo prudente. A poche ore dal sogno di

approdare in una società importante e di entrare a fare parte di un

progetto serio e ambizioso, l´ex Reggio Emilia preferisce non

sbilanciarsi. A dividerlo dalla firma con Varese c´è soltanto qualche

formalità contrattuale e ci sono - soprattutto - delle visite mediche

da superare. Boscagin ha perso gran parte della scorsa stagione per

colpa di un brutto infortunio al ginocchio: è rientrato sul finire

del campionato ma è ovvio che gli uomini mercato varesino, prima di

metterlo sotto contratto, vogliano sincerarsi sulle sue condizioni.

Tra oggi e domani è prevista una serie di visite e test atletici e

soltanto nelle prossime ore si potrà ufficializzare quello che, con

ogni probabilità, sarà il prossimo acquisto della Whirlpool.

<Per piacere, aspettate a scrivere che sono un giocatore di Varese -

dice Boscagin mettendo le mani avanti -, anche la scaramanzia vuole

la sua parte. O no?>.

Cosa manca per considerarla un acquisto biancorosso?

La firma, e non è mica poco.

Arriverà?

Io sinceramente spero di si.

E quando?

Ci vorrà ancora qualche giorno, portate un po´ di pazienza.

Ci sono ancora dei dettagli da definire?

Si, dobbiamo ancora sistemare un po´ di questioni, anche importanti.

Ancora un paio di giorni di attesa?

Non lo so, davvero: non sono in grado di dire quando arriverà la

firma. E al momento non posso neppure dire con assoluta certezza che

la firma arriverà. Negli ultimi giorni Varese ha avuto altre

priorità, ovvero la definizione di quello che sarà l´allenatore per i

prossimi anni. Ora sembra che si sia deciso di rinunciare a Magnano,

e credo che nei prossimi giorni i dirigenti biancorossi saranno

impegnati nella scelta del nuovo tecnico. Poi ci sarà tempo per

pensare a me.

A quando risale l´interessamento di Varese nei suoi confronti?

A un po´ di tempo fa. Loro mi hanno cercato, e ci siamo incontrati e

parlati un po´ di volte. La società ha manifestato il suo interesse

nei miei confronti, e io ho subito detto che mi sarebbe piaciuto

tantissimo giocare a Varese.

Come mai?

Per un sacco di buoni motivi. Per i suoi tifosi, innanzitutto. Ho

avuto modo di giocare a Masnago da avversario, e sono sempre stato

colpito dal calore della gente, dall´ambiente unico e

particolarissimo. Giocare su quel parquet è una cosa difficilissima,

se non hai addosso la maglia di Varese.

Altri motivi?

Varese è la storia della pallacanestro. Appena si mette piede sul

parquet di Masnago non si può fare a meno di guardare in alto, dove

sono appesi i vessilli di tutte le vittorie ottenute nella storia da

questa società. Da avversario resti intimorito, se invece sei un

giocatore di Varese sei spinto a rendere il doppio.

Ad oggi possiamo dire che sei a un passo dal firmare con Varese?

No, per carità. Sono piuttosto scaramantico e non vorrei rovinare

tutto. Aspettiamo, ancora qualche giorno.

Link to comment
Share on other sites

Un altro giovane biancorosso che pare avviato a un prestito in B1 è Totò Genovese; la Whirlpool è interessata a fargli fare esperienza in una squadra che può concedergli un minutaggio interessante.

Non ditelo a Roberto altrimenti non rinnova l'abbonamento! :angel:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...