Jump to content

Mulholland Drive


Recommended Posts

Incuriosito dagli strani trailer relativi a qs.film di David Lynch che Rai3 manda a guisa-di-Blob da qualche giorno a qs.parte, stamattina ho acquistato il dvd del film in edicola attraverso la serie Ciak-movies...ragazzi, per chi apprezza Lynch è imperdibile. Ricorda "Strade Perdute" e "Velluto Blu"; forse più il 1°, con le relative scene oniriche, e si staglia con la splendida fotografia, i pugni-nello-stomaco delle potentissime immagini, i colori bellissimi, la simbologia. I corridoi scuri di "Strade Perdute", ovvero la parte oscura e dionisiaca che ci rappresenta, anche qui hanno la solita simbolica rappresentazione, che qui si evidenzia attraverso un cubo munito di serratura e chiave. Straordinaria Naomi Watts come eccellente era stato Pullman nel precedente film.

Però parlo in modo condizionato e soggettivo; mi emozionano i suoi film dall'inizio, nel lontano 1980: da "Elephant Man", insomma... :rolleyes:

Guardatelo, e fatevi travolgere da quelle immagini. Straordinaria e tesissima quella dell'incontro tra il regista cinematrografico straordinariamente simile ad un giovane Elvis Costello ed il cow-boy in una notte di follia e di trionfo dell'onirico...

Edited by Silver Surfer
Link to comment
Share on other sites

Incuriosito dagli strani trailer relativi a qs.film di David Lynch che Rai3 manda a guisa-di-Blob da qualche giorno a qs.parte, stamattina ho acquistato il dvd del film in edicola attraverso la serie Ciak-movies...ragazzi, per chi apprezza Lynch è imperdibile. Ricorda "Strade Perdute" e "Velluto Blu"; forse più il 1°, con le relative scene oniriche, e si staglia con la splendida fotografia, i pugni-nello-stomaco delle potentissime immagini, i colori bellissimi, la simbologia. I corridoi scuri di "Strade Perdute", ovvero la parte oscura e dionisiaca che ci rappresenta, anche qui hanno la solita simbolica rappresentazione, che qui si evidenzia attraverso un cubo munito di serratura e chiave. Straordinaria Naomi Watts come eccellente era stato Pullman nel precedente film.

Però parlo in modo condizionato e soggettivo; mi emozionano i suoi film dall'inizio, nel lontano 1980: da "Elephant Man", insomma... :huh:

Guardatelo, e fatevi travolgere da quelle immagini. Straordinaria e tesissima quella dell'incontro tra il regista cinematrografico straordinariamente simile ad un giovane Elvis Costello ed il cow-boy in una notte di follia e di trionfo dell'onirico...

d'accordo al mille per mille...un film imperdibile....come imperdibile, soprattutto x i maschietti, è la scena del divano :D

Link to comment
Share on other sites

Beh, che dire...anche le 2 bimbe (anzi, poi fa ogni tanto capolino pure una terza...) sono veramente notevoli...

Comunque, ripeto: film in grado di provocare emozioni fluide (e qui le 2 bimbe non c'entrano... :lol: :lol: ...!).

Ma l'abbiamo visto solo io e te uzzo...? :lol::(

Edited by Silver Surfer
Link to comment
Share on other sites

mi sa proprio di si... vuoi vedere che noi due si vince un'uscita con le "bimbe" del film? :(:lol:

Io l'ho visto al cinema in illo tempore: francamente, scene di sesso escluse, lo ricordo come una grandissima boiata (spero nessuno si offenda!).

Preciso tuttavia che il cinema "difficile" non mi è mai piaciuto e che al grande schermo tendo ad attribuire essenzialmente finalità evasive.

Se devo pensarci sopra, mille volte meglio un libro.

Link to comment
Share on other sites

Ti capisco: Lynch o si ama o si "odia". In qs. assomiglia a Quentin Tarantino: se fai caso per es. a "Pulp Fiction", è difficile che si dica "mi è abbastanza piaciuto"...le frasi di commento sono in genere "bellissimo", oppure "boiata pazzesca". Perchè sono film "emotivi"...

P.S.: è inutile che ti dica che a mio parere Pulp Fiction sia un capolavoro... :(:lol:

Edited by Silver Surfer
Link to comment
Share on other sites

Io l'ho visto al cinema in illo tempore: francamente, scene di sesso escluse, lo ricordo come una grandissima boiata (spero nessuno si offenda!).

Preciso tuttavia che il cinema "difficile" non mi è mai piaciuto e che al grande schermo tendo ad attribuire essenzialmente finalità evasive.

Se devo pensarci sopra, mille volte meglio un libro.

non mi riferisco al film (che non ho visto), ma quoto il concetto espresso da giulio.

Link to comment
Share on other sites

Non vedo perchè sia necessario essere manichei: ci sono libri bellissimi, che lasciano in bocca e nel Cuore il gusto ed il piacere dell'approfondimento introspettivo, come anche capolavori cinematografici che uniscono all'arte ed al relativo godimento della narrazione quello delle immagini, della fotografia, dei dialoghi interpretati, dei simboli. Un esempio paradigmatico è "Eyes wide shut", che, per carità, può benissimo non piacere...ma non potrebbe certo essere definito frettolosamente come "cinema-spazzatura", o "porno-soft".

Certo è, e qui concordo con il Dragone, che una particolare tipologia di films non può avere mere finalità evasive...o per lo meno, possibile (a me Mulholland drive emoziona a pelle...), ma devi essere almeno minimamente preparato alla lettura simbolica cara a Lynch... ^_^

Edited by Silver Surfer
Link to comment
Share on other sites

Lynch o si ama o si odia.....

Oggi a David Lynch è stato assegnato il Leone d'oro :P .......peccato non essere a Venezia a vedere lnland Empire e la brava Laura Dern :P .

Da quanto letto pare sia anch'esso un film stuzzicante. A proposito, il regista dice:

"Intuizione, intelletto e emozione insieme possono aiutare, ma non è facile. Il fatto è che ci fidiamo poco di noi. Sappiamo molto più di quanto crediamo di sapere".

Una frase semplice su cui vale la pena, però, soffermarsi e riflettere!

Luna Argentata :P

Link to comment
Share on other sites

Io l'ho visto al cinema in illo tempore: francamente, scene di sesso escluse, lo ricordo come una grandissima boiata (spero nessuno si offenda!).

Preciso tuttavia che il cinema "difficile" non mi è mai piaciuto e che al grande schermo tendo ad attribuire essenzialmente finalità evasive.

Se devo pensarci sopra, mille volte meglio un libro.

caro dragone, hai risvegliato in me un ricordo agghiacciante :P

anni '90, Padova, noi giovani esuberanti studentelli universitari volevamo fare i ganassa andando a vedere il cinema impegnato, e ci iscrivemmo a un cineforum.

Incuranti e Ignoranti riguardo ciò che ci aspettava, ci imbattemmo nella proiezione del "capolavoro" Lo Sguardo di Ulisse...4 ore di malloppazzo galattico, ad ogni intervallo il cinema si svuotava sempre di più, a 3/4 di film non vedo + seduto al suo posto un mio amico, che trovo CORICATO e DORMIENTE sul pavimento del cinema :P:P:lol:

ah, altro bel filmone: Medea con la Callas, obbligati a vederlo al Liceo durante le ore di Greco....marò che angoscia!!!! :lol:

Link to comment
Share on other sites

Anche l'occhio della madre in "Mia moglie e' una bestia" con Massimo Boldi ed Eva Grimaldi ha sfiorato il premio della giuria.

Comunque, mi aggiungo ai Dragoniani anche se devo dire che Kubrick e Lynch insieme al mio preferito Altman esercitano su di me un fascino perverso. Certo e' che amo vederli a casa dove mi sento libero anche di usare il fast forward e schaicciare una pennica di quando in quando.

Link to comment
Share on other sites

...

Incuranti e Ignoranti riguardo ciò che ci aspettava, ci imbattemmo nella proiezione del "capolavoro" Lo Sguardo di Ulisse...4 ore di malloppazzo galattico, ad ogni intervallo il cinema si svuotava sempre di più, a 3/4 di film non vedo + seduto al suo posto un mio amico, che trovo CORICATO e DORMIENTE sul pavimento del cinema :unsure::unsure::lol:

...

:o Silvia, mi hai fatto tornare alla mente uno dei PEGGIORI films io abbia MAI visto...!!! Però anche "Il sapore della ciliegia" del grande (?) Kierostami (tanto osannato dalla critica "impegnata"...!)... :unsure::D:lol:

Anzi, adesso mi avete fatto venire in mente un argomento x un nuovo post... :lol: :lol: ...a dopo!

Link to comment
Share on other sites

E vogliam parlare dei film in lingua originale visti con la scuola senza caoire una, dico una, parola del film ?

Io qualche volta li guardo tutt'ora al Politeama.... (e la cosa bella è che le poche volte che mettono i sottotitoli si sente un pronunciato mormorio di disapprovazione, al quale, fingendo sagacemente, mi unisco anch'io, mentre cerco di soffocare gli ululati di gioia!! :lol: )

Link to comment
Share on other sites

Io qualche volta li guardo tutt'ora al Politeama.... (e la cosa bella è che le poche volte che mettono i sottotitoli si sente un pronunciato mormorio di disapprovazione, al quale, fingendo sagacemente, mi unisco anch'io, mentre cerco di soffocare gli ululati di gioia!! :blink: )

io ogni tanto mi alleno guardando le serie tv su SKY in lingua originale. Friends è abbastanza comprensibile, CSI assolutamente NO!!!! :lol:

Link to comment
Share on other sites

:rolleyes: ...Roberto, Roberto...non fuorviare! Qs. aspetto del film era solo secondario, e vicariante al vero significato del film: ovvero che

- non esistono certezze;

- difficoltà dei rapporti di coppia.

P.S.: anche qs., come altri, te lo avevo straconsigliato io...come la mettiamo con la precedente affermazione a LL...? Eh...ammettilo! :blink::lol:

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...