Jump to content

La mia ennesima polemica


Recommended Posts

Ciao a tutti, ho bisogno di sfogarmi, così dopo giorni e giorni che se ne parla ho deciso di farlo qui con voi.

Non scrivete commenti se non leggete tutto, piuttosto lasciate perdere la discussione, altrimenti non si capisce nulla. Grazie.

Voglio parlare di quanto accaduto a Torino, dove un ragazzo disabile è stato malmenato e umiliato da 4 sottosviluppati mentali.

Visto che è da giorni che penso a questa vicenda (voi potreste trovare stupido il fatto di pensarci per giorni, ma vi assicuro che è così), ho deciso di scrivere cosa ne penso.

Una giornata come tante altre leggo l'ansa (l'ansa perchè al lavoro non è bloccato come sito), e mi cade l'occhio sulla sconcertante notizia di Torino; ci sono tante notizie più o meno gravi, ma quella proprio mi incuriosisce, così mi metto a leggerla, sperando che sia solo la solita semi-farsa ingigantita dai giornalisti.

Finito di leggere l'articolo, sono dovuto andare in giardino perchè credetemi, mi venica quasi da piangere.

Un ragazzo disabile, quasi cieco e sordo viene malmenato e deriso da 4 ANIMALI (e non me ne vogliano gli animali per questo paragone); punizione: 1 anno di sospensione per tutti e quattro.

Adesso mi direte che come sempre sono il solito esagerato, che il dialogo è la forma migliore per aiutare le persone, etc etc, ma questo è il mio pensiero:

-- Ogni mattina mi sveglio e, come la maggior parte di voi, devo andare a lavorare; ovvioche la voglia sia quella che sia e che il sonno c'è sempre, però lo faccio; ogni persona trova le proprie motivazioni nella vita, bene la mia di motivazione è che quello che io posso fare nella vita è qualcosa di fantastico che molte persone purtroppo non riusciranno mai a compiere; mi spiego meglio, facendo un esempio che a me è sempre caro.

Nonostante io giochi a pallacanestro in una serie amatoriale, e quindi tutto fuorchè professionismo, io ci metto l'anima, perchè vedo tantissimi ragazzi in sedia a rotelle che pur di giocare a basket si mettono in campo e fanno girare le loro ruote passandosi un pallone, facendo uno sforzo immenso e combattendo contro il pregiudizio che la natura impone nei loro confronti; io ho la fortuna di avere le gambe, le braccia, e tutto quel che serve per vivere e apprezzare la vita, e sarebbe un reato non farlo. --

Ora, spiegato il mio pensiero, io prenderei quei 4 parassiti (e anche qui non me ne voglia la categoria dei parassiti), e pubblicherei, a scuola come sui giornali, le loro foto con nome cognome e indirizzo, in modo che tutti quelli che sono schifati possano andare a sputargli in faccia, e dargli 2 bastonate in testa, a rovinargli ogni secondo della loro giornata.

Lo so, esagerato forse, ma schifato e deluso dall'atteggiamento che molte persone hanno nei confronti delle persone disabili, le quali non hanno solo bisogno di affetto (come tutti noi), ma anche di comprensione e di aiuto fisico; persone che soffrono, che sono condannate a vivere in modo molto più difficoltoso di noi; persone che vivono di sentimenti e che spesso provano emozioni più forti di tutti gli altri.

E tutto questo per dire che quei 4 IMBECILLI meriterebbero di venir legati in piazza con la gente che gli sputa addosso, perchè ci vuole RISPETTO, ma non solo per un disabile, MA PER LA VITA, la quale ha degnato questi 4 CRETINI della possibilità di vivere. Possibilità che gli auguro gli venga presto tolta.

Marco

Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti, ho bisogno di sfogarmi, ...

Marco

Anche per me tanto disgusto.

Ritengo però che i 4 debbano essere obbligati a prestare servizio in qualche centro per disabili.

Per un anno almeno.

Non mi va di sputare in faccia o menare questa gente. Deve risarcire in qualche modo. E magari capisce.

Link to comment
Share on other sites

Disgusto, rabbia, frustrazione, schifo! Per una volta, lascio da parte logica, razionalità, buonismo e cavolate varie. Appoggio in toto il discorso di Sheep! Avessi davanti quei 4 (ma non solo loro...), sputerei loro in quelle facce di m***a che si ritrovano! Ma la cosa peggiore sono i commenti che ho sentito spesso alla vicenda in questi giorni: "sono cose orribili, ma sono sempre accadute: i bambini possono essere crudeli". Bambini?!?!? Bambini, gente delle superiori?!?!? Ma anche quando l'avessero fatto dei bambini, sarebbero giustificabili? E sarebbe giustificabile che famiglie e insegnanti non abbiano insegnato loro il rispetto per gli altri come persone? Nessuna giustificazione, nessuna scusante, niente di niente! Mandarli a fare volontariato? Servirebbe a poco: certa gentaglia capisce solo se quelle cose le prova sulla propria pelle!

PS. Credetemi, so di cosa parlo...

Link to comment
Share on other sites

Anche per me tanto disgusto.

Ritengo però che i 4 debbano essere obbligati a prestare servizio in qualche centro per disabili.

Per un anno almeno.

Non sono d'accordo, sarebbe, secondo me, come condannare la Franzoni ad accudire bimbi.

Prima di conoscere persone diversamente abili ne ero, lo ammetto, un po' intimorito. Non sapevo con quali modalità mi sarei potuto relazionare con loro, ma solo per paura.

Poi ho iniziato a conoscerli, a frequentarli, ad andare in vacanza con loro. E tutte le mie paure si sono sciolte all'istante come neve al sole.

Ho scoperto che non esiste un "noi e loro" ma un "noi" soltanto.

Ho capito che le "differenze" sono solo nella nostra testa.

Sono loro che mi insegnano costantemente. E vi assicuro che non è una frase di circostanza. La loro facilità di relazione, il loro calore umano, la loro sensibilità e la loro semplicità mi sbattono in faccia ogni volta tutti i miei limiti, le mie "costruzioni", le mie inutili difese.

Ognuno ha il proprio percorso nella vita.

Io sono grato a Dio per avermi fatto percorrere questa strada. :yahoo[1]:

Link to comment
Share on other sites

bravo sheep.

sti animali qua meritano tutto lo schifo del mondo. non capisco il fatto di sospenderli da scuola. a questo genere di persone si fa solo un piacere. io avrei raddoppiato le ore di lezione, visto che questi comportamenti, sono soprattutto figli dell'ignoranza e della cattiva educazione. 12 ore di scuola al giorno per uno di 13 anni sono forse la peggior condanna ma sicuramente eviterebbero a sti individui di farsi tanto fighi.

aprirei anche il capitolo bulllismo in generale che fa tanto moda nei telegiornali degli ultimi giorni. come solito, viene alla luce un fenomeno quando risulta essere totalmente insostenibile o quando qualche fatto eclatante come questo lo fa emergere. non mi sembra chissà quale novità. per nulla. quando ho finito le superiori bastava fare un giro tra le classi più giovani per accorgersi che stava prendendo piede una nuova mentalità. e non c'è da stupirsi se questa mentalità rischia di soppiantare quel minimo di educazione che si riscontrava una volta. la fascia degli attuali bassi-teen ager sarà ma mi inquieta. viaggia e pretende di viaggiare alla velocità dei diciottenni senza averne le capacità cerebrali.

ma tanto alla fin fine va sempre tutto bene e il mondo è tutto rose e fiori..

Link to comment
Share on other sites

Io sono grato a Dio per avermi fatto percorrere questa strada. :cry:

senza entrare nell argomento religioso, dico solo che io non sono grato a nessuno, e men che meno a qualcosa di astratto, semplicemente sono stato educato dai miei genitori e a questo ho aggiunto una mia mentalit' che fa si che il RISPETTO per queste persone sia forte.

A questi 4 COGLIONI bisognerebbe semplicemente metterli in carcere {e non minorile} con gente che passerebbe le giornate a sbatterglielo nel cul* , allora si che si pentirebbero un pochetto.

Oppure il meglio sarebbe mettergli una bella palla da 100 kg al piede e farli lavorare in miniera frustandoli!

SIETE VOI 4 I VERI DISABILI, MA DISABILI NEL CERVELLO! STRONZI!

Link to comment
Share on other sites

Ho scoperto che non esiste un "noi e loro" ma un "noi" soltanto.

Ho capito che le "differenze" sono solo nella nostra testa.

Sono loro che mi insegnano costantemente. E vi assicuro che non è una frase di circostanza. La loro facilità di relazione, il loro calore umano, la loro sensibilità e la loro semplicità mi sbattono in faccia ogni volta tutti i miei limiti , le mie "costruzioni", le mie inutili difese.

Ognuno ha il proprio percorso nella vita.

Quoto spiff che con le sue parole esprime anche il mio pensiero.

Mi spiace di non avere tempo per aggiungere altro, forse riuscirò a farlo nei prossimi giorni.

Grazie Sheep per aver evidenziato questo terribile evento,..... un momento di riflessione per Tutti.

Luna :cry:

Link to comment
Share on other sites

caro Marco, condivido pienamente il tuo sdegno e la tua voglia di piangere per buttare fuori la rabbia che cotanta ingiustizia genera in chi ha un minimo di sensibilità nell'animo.

Vorrei dirti che quei 4 microcefali sono l'eccezione, ma mentirei. Certo, loro sono "estremisti" nel manifestare la loro intolleranza nei confronti di chi è più sfortunato, ma ho scoperto amaramente per esperienza personale che questa "gente schifosa" è più vicina a noi di quanto si pensi, e si maschera da perbenista benpensante.

Già in passato è capitato che vi parlassi dell'odissea del mio papà, e di come viva lui oggi da disabile al 100%. Dopo aver patito le pene dell'inferno (ed esserci andato e tornato), io e la mia famiglia abbiamo fatto di tutto per restituirlo alla sua vita passata, aiutando a continuare a coltivare le passioni di un tempo.

E così, a distanza di un paio d'anno dall'intervento, mio padre nel 2002 tornò a cantare nel coro della parrocchia dove aveva militato per anni e anni. Certo, la voce non era più la stessa dopo mesi di intubazione e tracheotomia, la scansione delle parole era incerta a causa della paresi dei muscoli facciali, ma la voglia di ripartire era immensa e intatta e noi estremamente felici per lui.

Tutto questo fino a un bruttissimo giorno in cui mi chiamò il direttore del coro, un mio carissimo amico peraltro, e mi diede quella che ad oggi rimane una delle batoste più violente della mia vita.

Mi chiese di ritirare mio padre dal coro, perchè quando eseguivano i brani si sentiva una voce diversa che rovinava i canti...mi disse che avrebbe potuto continuare ad andare a fare le prove, ma che era meglio se non si esibiva più in pubblico.

A volte le parole feriscono più di tanti pugni, più di tante armi, più di tutto...non ho mai perdonato, e mai riuscirò a farlo, queste persone, e mai ho detto a mio padre perchè quell'anno a Pasqua abbiamo dovuto convincerlo a restare a casa. Abbiamo dovuto guardare avanti, come sempre da soli.

I fatti di Torino, caro Marco, davvero non sono niente di nuovo, forse sono più eclatanti, questo è fuori di dubbio, ma la cattiveria e l'egoismo che albergano nell'animo umano sono più diffusi della gramigna e fanno più male di tanti cazzotti.

Poi si diventa acidi e si inizia a produrre yogurt, perchè qualche meccanismo di difesa dobbiamo pur metterlo in atto... :cry:

Link to comment
Share on other sites

... ma la cattiveria e l'egoismo che albergano nell'animo umano sono più diffusi della gramigna e fanno più male di tanti cazzotti.

Poi si diventa acidi e si inizia a produrre yogurt, perchè qualche meccanismo di difesa dobbiamo pur metterlo in atto... :whistle:

Ti capisco, Silvia. E me ne dispiace.

Benchè io non sia solito esprimere sentimenti molto personali nel Forum, potrei raccontarTi esperienze molto tristi vissute anche in tempi abbastanza recenti.

Lasciamo stare.

"Non Ti curar di loro, ma guarda e passa". E perdona, perchè ci sono persone purtroppo stolte e scarsamente dotate di empatia. E Ti assicuro che vivono male, forse peggio di quanto facciano vivere gli altri con i loro comportamenti disumani. :clap[1]::yes::toast[1]::afro:

Link to comment
Share on other sites

Ti capisco, Silvia. E me ne dispiace.

Benchè io non sia solito esprimere sentimenti molto personali nel Forum, potrei raccontarTi esperienze molto tristi vissute anche in tempi abbastanza recenti.

Lasciamo stare.

"Non Ti curar di loro, ma guarda e passa". E perdona, perchè ci sono persone purtroppo stolte e scarsamente dotate di empatia. E Ti assicuro che vivono male, forse peggio di quanto facciano vivere gli altri con i loro comportamenti disumani. :whistle::afro::toast[1]::clap[1]:

Silver questi hanno/provano un sottile piacere una vena sadica che riempie loro l'ego quando si esibiscono in queste cose.....prima di farlo per gli altri lo fanno per se stessi per soddisfare quella sadica voglia di far del male, di deridere le persone di dimostrare che loro son diversi perchè nn son così.....questi devono prender botte e tante.....è l'unico metodo terapeutico che loro capiscono

Link to comment
Share on other sites

Ti capisco, Silvia. E me ne dispiace.

Benchè io non sia solito esprimere sentimenti molto personali nel Forum, potrei raccontarTi esperienze molto tristi vissute anche in tempi abbastanza recenti.

Lasciamo stare.

"Non Ti curar di loro, ma guarda e passa". E perdona, perchè ci sono persone purtroppo stolte e scarsamente dotate di empatia. E Ti assicuro che vivono male, forse peggio di quanto facciano vivere gli altri con i loro comportamenti disumani. :whistle::afro::toast[1]::clap[1]:

in qualche modo ho perdonato, perchè siamo comunque rimasti amici, ma certe ferite non si rimarginano e non si dimenticano, caro Silver...io non ci riesco.

Lo schifo che ti resta in bocca dopo aver mandato giù un boccone del genere non lo dimentichi mai.

Io ho guardato e son passata, come citi tu, ma ogni tanto certa gente avrebbe bisogno di una bella lezioncina, come dice Emaz.

Link to comment
Share on other sites

in qualche modo ho perdonato, perchè siamo comunque rimasti amici, ma certe ferite non si rimarginano e non si dimenticano, caro Silver...io non ci riesco.

Lo schifo che ti resta in bocca dopo aver mandato giù un boccone del genere non lo dimentichi mai.

Io ho guardato e son passata, come citi tu, ma ogni tanto certa gente avrebbe bisogno di una bella lezioncina, come dice Emaz.

Non è l'ogni tanto è che certa gente capisce un solo linguaggio e tristemente non è quello verbale

Link to comment
Share on other sites

...

Io ho guardato e son passata, come citi tu, ma ogni tanto certa gente avrebbe bisogno di una bella lezioncina, come dice Emaz.

Al riguardo ho pochi dubbi: buona parte di qs. ti rispetta solo se assumi con loro un subitaneo atteggiamento difensivo forte, anche con connotazioni verbali e fisiche colorite e determinate. Infatti vivono l'animalità in modo non sopìto, ma al contrario assolutamente presente. E, come gli animali, arretrano nel momento in cui mostri i denti ben cuspidati, aguzzi e forti, pronti a mordere per fight&fright. Ma, salvo in casi particolari, preferisco il sorriso...che comunque mostra i denti con celata forza... :ermm::frantics::brr:

Link to comment
Share on other sites

Al riguardo ho pochi dubbi: buona parte di qs. ti rispetta solo se assumi con loro un subitaneo atteggiamento difensivo forte, anche con connotazioni verbali e fisiche colorite e determinate. Infatti vivono l'animalità in modo non sopìto, ma al contrario assolutamente presente. E, come gli animali, arretrano nel momento in cui mostri i denti ben cuspidati, aguzzi e forti, pronti a mordere per fight&fright. Ma, salvo in casi particolari, preferisco il sorriso...che comunque mostra i denti con celata forza... :ermm::frantics::brr:

Io non ce la faccio, sarò più animale di loro, ma il sorriso proprio no...

tanto di cappello a te silver ma io nn ce la fo....mi si sarebbe chiusa la vena e sarei partito a plotoni schierati come i russi(cit)

Link to comment
Share on other sites

Al di là dello sdegno... del senso di nausea... della rabbia che provoca il dover leggere certe notizie...

Aggiungo un'altra nota polemica... perchè di BULLISMO si parla solo ora???? Perchè le varie scuole alle quali (e non solo quest'anno) ho proposto di realizzare un progetto di prevenzione mi hanno risposto, quasi sdegnate, "...ma noi questo problema non l'abbiamo!!"????

Sono purtroppo pronto a scommettere che nel giro di qualche settimana il termine sarà passato di moda, o usato nell'accezione allargata di "prepotenza commessa da un gruppo di minori"... la scuola ne ha ancora paura, troppa... si considera ancora forse una realtà protetta, ove il mondo reale non ha ancora diritto di cittadinanza... o forse sono solo troppo ink@zz@to...

Link to comment
Share on other sites

Al di là dello sdegno... del senso di nausea... della rabbia che provoca il dover leggere certe notizie...

Aggiungo un'altra nota polemica... perchè di BULLISMO si parla solo ora???? Perchè le varie scuole alle quali (e non solo quest'anno) ho proposto di realizzare un progetto di prevenzione mi hanno risposto, quasi sdegnate, "...ma noi questo problema non l'abbiamo!!"????

Sono purtroppo pronto a scommettere che nel giro di qualche settimana il termine sarà passato di moda, o usato nell'accezione allargata di "prepotenza commessa da un gruppo di minori"... la scuola ne ha ancora paura, troppa... si considera ancora forse una realtà protetta, ove il mondo reale non ha ancora diritto di cittadinanza... o forse sono solo troppo ink@zz@to...

il problema è che il bullismo c'è sempre stato...prima in forma minore a questa...diciamo che poteva considerarsi una sorta di nonnismo cameratesco ovvero quelli di quinta vantavano certe agevolazioni su quelli di quarta e via dicendo.....man mano s'è andati a esagerare sino ad arrivare al caso di torino dove nessun compagno s'è degnato di muoversi per andare in soccorso del ragazzo down....e questo per cosa? per paura sì per paura di ripercussioni o peggio ancora per paura di esser il prossimo bersaglio designato dal gruppo....una sorta di vivo e lascio vivere....bello schifo dico iogente così dovrebbe esser appesa per le palle e lasciata alla mercè dei corvi.

La scuola, come detto da freud è un mondo a parte, troppo distante dalla realtà dove la realtà fà paura perchè troppo spesso neanche gli stessi insegnanti sanno gestirla. e secondo me bisogna partire proprio da questo fatto (l'ottusa incapacità degli insegnanti di affrontare e gestire la realtà) per cercar di risolver il problema (l'inadeguatezza di molti insegnanti) e non rifugiandosi nel magico giardino incantato della scuola

Link to comment
Share on other sites

TREDICENNE BERSAGLIATO CON PETARDI, 5 SOSPESI A SCUOLA

BARI - Un ragazzino di 13 anni è stato ricoverato in ospedale per una lesione ad un timpano dopo che cinque suoi compagni di scuola lo hanno bersagliato con petardi facendoglieli esplodere addosso. I cinque, che frequentano una scuola media in un paesino limitrofo a Bari, sono stati denunciati dai carabinieri e sono stati sospesi dall' istituto scolastico. Sembra che da tempo il gruppo sottoponesse a vessazioni il ragazzo.

Gli episodi si sarebbero susseguiti aumentando di gravità sino all'ultimo durante il quale il tredicenne, inseguito dagli altri che gli gettavano addossi i petardi, è riuscito a rifugiarsi in una casa da dove ha chiamato il padre che lo ha accompagnato in ospedale. Un altro episodio di bullismo è stato scoperto dai carabinieri in un'altra scuola barese dove sei minorenni, tra cui tre ragazze, sono stati denunciati per minacce, ingiurie e violenza privata e continuata. In questo caso la vittima era una ragazzina che era stata per giorni sottoposta a vessazioni continue e in più circostanze obbligata a sottoporsi a docce fredde nei bagni della scuola.

link

Link to comment
Share on other sites

infatti, rileggi.. l'errore è dire che chi spacca dei banchi o allaga una squadra fa bullismo. in realtà, si chiama vandalismo.

il bullismo prevede il tentare di sottomettere una persona con atteggiamenti scorretti, mentre se un gruppo di 20 persone (senza mettersi contro nessuno ma solo con l'obiettivo di DANNEGGIARE) si mette a spaccare banchi, è VANDALISMO, non BULLISMO

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...