Jump to content

Processo SME: Berlusconi assolto


Recommended Posts

Appello Sme, Berlusconi assolto

Sentenza del tribunale di Milano

Silvio Berlusconi è stato assolto dai giudici della seconda corte d'appello di Milano nel processo Sme. Il leader di Forza Italia era accusato di due diversi capi d'imputazione per versamenti finiti al giudice Squillante. In un caso è stato assolto "perché il fatto non sussiste", per il secondo "per non aver commesso il fatto". Il leader di Forza Italia: "Sono molto emozionato".

Fonte: TGcom

Che dire, 11 anni di processo: complimenti alla procura, giusta o sbagliata sia la sentenza. Hanno speso bene i miei soldi. :spiteful[1]:

P.S.

:bye:

Link to comment
Share on other sites

Era scontato.

Sapeva che l'avrebbe fatta franca.

Altrimenti avrebbe provveduto per tempo a modificarne i tempi di prescrizione.

Come fatta franca...lo hanno assolto per non aver commesso il fatto... :(

Poi che si sia fatto ANCHE la Franca puo' essere, a villa Certosa c'e' un tale via vai.... :yahoo[1]:

Link to comment
Share on other sites

Come fatta franca...lo hanno assolto per non aver commesso il fatto... :(

Poi che si sia fatto ANCHE la Franca puo' essere, a villa Certosa c'e' un tale via vai.... :yahoo[1]:

Mi spiego meglio.

Lui aveva fiducia nella giustizia.

Sapeva che si sarebbe arrivati alla giusta ricostruzione delle cose.

E quindi non è intervenuto su questo reato sapendo di non aver commesso il fatto e si è concentrato sugli altri trentadue modificando i tempi di prescrizione.

Però se non ti va bene niente di quello che dico litiga pure da solo.

Link to comment
Share on other sites

Ti diro', non mi piace litigare con te.

E' un po' come fare psicanalisi e litigare con una parte del mio IO.

Ecco bene, smettiamo di litigare altrimenti mi arrabbio e ti dico che preferisco che la gente stia a casa a dormire invece che pisciare in centro.

:(:yahoo[1]:

PS: A scanso di equivoci, non sto dicendo che Ponchiaz va in giro di notte a pisciare in Corso Matteotti

Edited by tatanka
Link to comment
Share on other sites

Ecco bene, smettiamo di litigare altrimenti mi arrabbio e ti dico che preferisco che la gente stia a casa a dormire invece che pisciare in centro.

:(:yahoo[1]:

Sempre meglio che rischiare l'osso del collo andando in moto per poi scaircare le colpe sulla comunita'. :sorcerer::hyper::(

Link to comment
Share on other sites

Appello Sme, Berlusconi assolto

Che dire, 11 anni di processo: complimenti alla procura, giusta o sbagliata sia la sentenza. Hanno speso bene i miei soldi. :(

P.S.

:yahoo[1]:

Oggi scopro che i soldi per i processi dovrebbero essere spesi soltanto se si ha la certezza di arrivare ad una sentenza di condanna, non lo sapevo............a proposito di sentenza, se leggessi bene le motivazioni capiresti che nella vicenda il nano non è stato poi quell'agnellino che sembra solo perchè è stato assolto, ma certo che se leggi le notizie su tgcom siamo a posto. Comunque per quanto mi riguarda bene così, ora forse questa vicenda è chiusa.

Meglio di così per litigare non mi riesce, mi spiace :sorcerer:

Link to comment
Share on other sites

Per il caso SME attendo una medaglia al valore per il Cavaliere e un' incriminazione per l' attuale presidente del Consiglio.........

E' ora che i giudici rispondano, anche col portafogli, del loro operato, come il resto degli Italiani !!

Edited by ROOSTERS99
Link to comment
Share on other sites

Oggi scopro che i soldi per i processi dovrebbero essere spesi soltanto se si ha la certezza di arrivare ad una sentenza di condanna, non lo sapevo............a proposito di sentenza, se leggessi bene le motivazioni capiresti che nella vicenda il nano non è stato poi quell'agnellino che sembra solo perchè è stato assolto, ma certo che se leggi le notizie su tgcom siamo a posto. Comunque per quanto mi riguarda bene così, ora forse questa vicenda è chiusa.

Meglio di così per litigare non mi riesce, mi spiace :D

Oh adesso si ragiona, certo il corriere diceva le stesse esatte cose, ma si sa: uno schizzetto di fango oggi costa poco... :hyper:

Quanto al vincere le cause, sai com'e', se i PM dovessero spendere i soldi di clienti in carne ed ossa sei proprio sicuro che avrebbero perseguito Berlusca per 11 anni per farsi poi dire: "Non avete capito un cazzo" dal giudice?

Essendo io loro cliente (io pago) posso dire: "M'inchino, minchioni" ? :sorcerer:

Ma si sa, i giudici in Italia possono fare ESATTAMENTE come meglio aggrada loro e noi non possiamo che ringraziarli per questo. :frantics:

Un chirurgo no, un avvocato no, un commercialista no, un progettista giammai, un giudice si. :D

Ta zum, ta zum, ta zum, fondue...fine.

Link to comment
Share on other sites

Tu intanto non hai ancora risposto alle frasi al miele del Silvio sul Partito Democratico :sorcerer:

Io sono un tecnico, non un politico.

Più in generale, la politica delle frasi di circostanza mi dà solo il voltastomaco.

Edited by ROOSTERS99
Link to comment
Share on other sites

E' una battuta o ti è sfuggito che il processo era basato proprio su giudici e portafogli. :sorcerer:

Cmq, chi crede veramente che Previti abbia corrotto i giudici di tasca sua, alzi la mano. :D

:frantics::hyper: .

Nel merito; se qualcuno ha corrotto al fine di evitare l' ennesima svendita (regalo agli amici !) da parte di quello schifo dell' attuale primo ministro italiano, ha fatto bene.

Link to comment
Share on other sites

:blink::drool: .

Nel merito; se qualcuno ha corrotto al fine di evitare l' ennesima svendita (regalo agli amici !) da parte di quello schifo dell' attuale primo ministro italiano, ha fatto bene.

Quindi un reato non è sempre tale ma dipende da chi lo commette....interessante!

(sto dando il mio modesto contributo al :D )

Riporto invece un interessante commento di Marco Travaglio sull'Unità (mi scuso per la lunghezza, ma è davvero interessante, ne consiglio la lettura anche allo zoccolo "duro" del WW :bye: )

**********************************************************************

Fatti accertati misteri insoluti

Uliwood Party di Marco Travaglio, l'Unità del 28/04/2007

Naturalmente come si dice in questi casi, bisogna attendere le motivazioni della sentenza. Ma già dal dispositivo della II sezione della Corte d’appello di Milano nel processo Sme-Ariosto qualcosa si può arguire. Dunque Silvio Berlusconi «non ha commesso il fatto». O, meglio, non ci sono prove sufficienti che lo abbia commesso.

Questo vuol dire infatti il comma 2 dell’articolo 530 del codice di procedura penale. Il fatto però c’è, tant’è che gli altri imputati - gli avvocati Previti e Pacifico, e il giudice Squillante - furono condannati in primo e secondo grado per corruzione (semplice per i due legali, giudiziaria per l’ex magistrato), salvo poi salvarsi in corner grazie alla sentenza della Cassazione che l’anno scorso, smentendo se stessa, decise di spedire il processo a Perugia perché ricominciasse da capo. Anzi, non ricominciasse affatto perché, mentre le carte viaggiavano dal Palazzaccio verso Perugia, è scattata la prescrizione. Qual è dunque il fatto? Il bonifico bancario di 434.404 dollari (500 milioni di lire tondi tondi) che il 5 marzo 1991 partì dal conto svizzero Ferrido della All Iberian (cassaforte estera di casa Fininvest, alimentata dalla Silvio Berlusconi Finanziaria) e in pochi minuti transitò sul conto svizzero Mercier di Previti e di lì al conto svizzero Rowena di Squillante. Un bonifico molto imbarazzante per Berlusconi, che di Squillante era amico (si telefonavano per gli auguri di Capodanno, Squillante lo inquisì e lo interrogò e poi lo prosciolse nel 1985 in un processo per antenne abusive, poi il Cavaliere tentò di nominarlo ministro della Giustizia e gli offrì pure un collegio sicuro al Senato). Tant’è che l’allora premier tentò di sbarazzarsi delle prove giunte per rogatoria dalla Svizzera (legge sulle rogatorie, 2001), poi del giudice Brambilla che lo stava giudicando in primo grado (trasferito nel gennaio 2002 dall’apposito ministro Castelli), poi direttamente del processo (lodo Maccanico-Schifani del 2003 sull’impunità per le alte cariche dello Stato). Fu tutto vano. Ottenuto lo stralcio che separava il suo processo da quello a carico dei coimputati, Berlusconi fu poi processato da un altro collegio e ritenuto colpevole per quel fatto. Ma si salvò per la prescrizione, grazie alla generosa concessione (per la settima volta) delle attenuanti generiche. Contro quel grazioso omaggio, la Procura ricorse in appello affinché, spogliato delle attenuanti, il Cavaliere fosse condannato. A quel punto l’imputato, tramite il suo onorevole avvocato Pecorella, varò una legge che aboliva i processi d’appello dopo i proscioglimenti di primo grado: per esempio, il suo. La legge fu bocciata da Ciampi in quanto incostituzionale. Lui allora prorogò la legislatura per farla riapprovare tale e quale. Poi la Consulta la cancellò in quanto incostituzionale, e l’appello ripartì. Ieri s’è concluso con questa bella sentenza.

Insomma la condotta berlusconiana non somigliava proprio a quella di un imputato innocente. «Mai visto un innocente darsi tanto da fare per farla franca», commentò efficacemente Daniele Luttazzi. Tant’è che ieri, alla notizia dell’assoluzione (per quanto dubitativa e ancora soggetta a un possibile annullamento in Cassazione), il più sorpreso era proprio lui, il Cavaliere. Era innocente o quasi, ma non lo sapeva. O forse non aveva mai preso in considerazione l’ipotesi.

In attesa delle motivazioni, che si annunciano avvincenti, la questione è molto semplice. Cesare Previti è stato definitivamente condannato a 6 anni per aver corrotto un giudice, Vittorio Metta, in cambio della sentenza Imi-Sir del 1990 (tra l’altro, la sentenza che lo dichiara pure interdetto in perpetuo dai pubblici uffici, è del 4 maggio 2006, ma a un anno di distanza l’onorevole pregiudicato interdetto è ancora deputato a spese nostre). Due mesi fa la Corte d’appello di Milano l’ha condannato a un altro anno e 8 mesi per aver corrotto lo stesso giudice Metta in cambio della sentenza che, due mesi dopo di quella Imi-Sir, toglieva la Mondadori a De Benedetti per regalarla a Berlusconi (che, processato come mandante di quella mazzetta, è uscito da quel processo grazie alle attenuanti generiche e alla conseguente prescrizione). Restava da definire il ruolo di Berlusconi in quel versamento estero su estero a Squillante, risalente a un mese dopo la sentenza Mondadori: marzo 1991. Tre tangenti giudiziarie in 5 mesi, tra la fine del 1990 e l’inizio del ’91. Se Previti, com’è irrevocabilmente accertato, pagò Metta per conto della famiglia Rovelli per vincere la causa (altrimenti persa) dell’Imi-Sir; se Previti pagò Metta per conto di Berlusconi per vincere la causa (altrimenti persa) del lodo Mondadori; ecco, se è vero tutto questo, per conto di chi Previti pagava Squillante? E perché Squillante, nel 1988, al termine della causa Sme vinta da Berlusconi e Barilla e persa da De Benedetti, ricevette 100 milioni estero su estero tramite Previti e Pacifico da Barilla, cioè dal socio di Berlusconi che non conosceva né Pacifico, né Previti, né Squillante? Questi erano i termini della questione che ieri i giudici dovevano risolvere. Hanno stabilito che, per i 100 milioni di Barilla a Squillante, «il fatto non sussiste»: sarà stato un omaggio a un giudice che stava particolarmente simpatico al re della pasta (che però non lo conosceva). Quanto ai 500 milioni della Fininvest a Squillante, Previti avrà fatto tutto da solo. Pur non essendo coinvolto personalmente in alcun processo (all’epoca, almeno), pagava il capo dell’ufficio Istruzione di Roma con soldi di Berlusconi, ma all’insaputa di Berlusconi, che non gli ha mai chiesto conto dei suoi quattrini (ma adesso lo farà, oh se lo farà: andrà da Previti, presso la comunità di recupero per tossicodipendenti dove sta scontando la pena, lo prenderà per il bavero e lo strapazzerà a dovere, per avergli causato tanti guai con la giustizia). O almeno non c’è la prova, nemmeno logica, che Berlusconi lo sapesse. Squillante, quando gli telefonava per gli auguri di Capodanno o negoziava il suo seggio al Senato, non gli parlò mai di quei generosi bonifici in Svizzera. Che so, per ringraziarlo. Invece niente, nemmeno una parola gentile. Che ingrato.

Link to comment
Share on other sites

Tiro un sospiro di sollievo.... magari c'è ancora speranza che nella prossima campagna elettorale si parli ancora e soltanto del ladro berlusconi e dei suoi conflitti di interesse e NON dei veri problemi politici di questo Paese ........................ sia lodato il Signore ... con buona pace di Rivera .............. :D

Link to comment
Share on other sites

E anche oggi Travaglio - da parto? - ha mangiato, bene, grazie a Berlusconi: datemi un nemico e mi riempirò il portafogli (anche) con i soldi pubblici di mamma RAI.

Travaglio, prenditela con la camorra come Saviano!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Link to comment
Share on other sites

Tiro un sospiro di sollievo.... magari c'è ancora speranza che nella prossima campagna elettorale si parli ancora e soltanto del ladro berlusconi e dei suoi conflitti di interesse e NON dei veri problemi politici di questo Paese ........................ sia lodato il Signore ... con buona pace di Rivera .............. :clap[1]:

Non l'hai sentito tutto il pezzo di Rivera eh??? :baby:

Le tue prime 2 righe non sono tanto diverse da un paio di frasi dette da lui...ma siccome Prodi non l'ha accusato di terrorismo, son passate inosservate.

Sta a vedere che il mortadellone è più furbo del crucco. ;)

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...