Jump to content

chris benoit


Recommended Posts

davanti a una tragedia così bisognerebbe starene zitti

invece quel mondo fasullo ci marcierà sopra come a suo tempo fecero con "la raza" Gerrero

Link to comment
Share on other sites

penso che succederà proprio tutto il contrario ...

azzeccato:

"A message from the Chairman

Written: June 26, 2007

The following message from Vince McMahon aired at the beginning of Tuesday's ECW on Sci Fi:

Last night on Monday Night Raw, the WWE presented a special tribute show, recognizing the career of Chris Benoit. However, now some 26 hours later, the facts of this horrific tragedy are now apparent. Therefore, other than my comments, there will be no mention of Mr. Benoit tonight. On the contrary, tonight's show will be dedicated to everyone who has been affected by this terrible incident. This evening marks the first step of the healing process. Tonight, the WWE performers will do what they do better than anyone else in the world – entertain you."

Link to comment
Share on other sites

Forse sarò strano io ma, fosse vero quanto ipotizzato dall polizia , stiamo parlando di un'omicida , suicida e , ciò che è peggio , infanticida.

Riposi pure , ma all'inferno e non in pace .

Link to comment
Share on other sites

Guest Stewe

ci sono sempre tanti strati, tante letture dietro a una storia.

ne propongo 3

1) Christopher Nowinski, ex lottatore della WWE ed ex partecipante del concordo Tough Enough ha rilasciato delle interessanti dichiarazioni a riguardo della tragedia della famiglia Benoit. Secondo Nowinski - recita l'articolo pubblicato sul New York Times - è possibile che Benoit abbia avuto dei momenti di pazzia dovuta a problemi al cervello, a causa degli eccessivi colpi subiti nel corso della sua carriera. Sempre secondo l'ex wrestler della WWE, questo problema riguarderebbe un pò tutti gli atleti (non solo lottatori) che nel corso dell'attività fisica subiscono un numero eccessivo di colpi al cervello. Anche per questo motivo, Nowinski ha chiesto tramite la WWE di far esaminare la corteccia cerebrale di Chris Benoit nel corso dell'autopsia, ma ha rivelato che - almeno fino a questo momento - è stato palesemente ignorato.

2) Persone vicine alla famiglia Benoit sostengono che nelle ultime settimane Chris Benoit e Nancy avevanospesso discusso animatamente in merito alla situazione del figlio, affetto dalla sindrome da cromosoma X fragile che causa ritardo mentale e autismo. Pare che Nancy avesse più volte ribadito a Benoit di non sentirsi in grado di prendersi cura praticamente da sola del figlio visti i numerosi impegni lavorativi di Benoit e che chiedesse insistentemente a Chris di stare più tempo a casa e dedicarsi maggiormente alla famiglia, pur non avendogli mai esplicitamente chiesto di abbandonare totalmente la carriera agonistica.Inoltre pare ci fossero delle divergenze fra i due in merito alla scuola alla quale iscrivere il bambino.

La scoperta della situazione del bambino, al di là delle possibili motivazioni che hanno portato all'uccisione della moglie, fa supporre che la consapevolezza delle difficoltà ulteriori che avrebbe avuto Daniel dopo l'uccisione della madre e con il padre che sarebbe stato sicuramente arrestato e messo in prigione abbiano fatto scattare qualcosa nella mente di Chris Benoit che lo ha portato a decidere di togliere la vita anche al figlio ritenendo di porre fine alle sue sofferenze passate e probabilmente future in vita.

Intanto la WWE ha reso noto di aver sottoposto Benoit al test antidoping previsto per il Wellness Program l'ultima volta il 10 aprile scorso e di non aver rilevato traccia di sostanze vietate nel suo corpo.

3) Debra Williams, ex moglie di "Stone Cold" Steve Austin, è stata intervistata oggi da myfoxcolorado.com e nell'occasione ha parlato della tragedia di Chris Benoit. Debra ha esordito dicendo che se solo avesse parlato prima probabilmente oggi Nancy e Daniel Benoit sarebbero ancora vivi, poi ha inserito nel contesto la sua esperienza al fianco di Austin.

La Williams ha infatti detto che durante il suo matrimonio con Stone Cold egli prendeva steroidi senza controllo, e lei stessa lo spingeva a farlo per raggiungere i suoi obbiettivi. Poi Debra ha attaccato la WWE, dicendo che il consumo di steroidi al suo interno è senza controllo, e dopo questa tragedia è giunto il momento di fare qualcosa.

Debra ha concluso dicendo che finora non aveva mai parlato pubblicamente di queste cose in pubblico perchè nel trattamento di divorzio da Austin c'era la clausola che le impediva di parlare di ciò, ma dopo il misfatto compiuto da Benoit ha detto di essersi sentita in dovere di raccontare la sua verità, perchè qualcosa deve cambiare.

Edited by Stewe
Link to comment
Share on other sites

Che bell'ambientino.... :brr:

FAYETTEVILLE (Georgia, Usa), 28 giugno 2007 - La follia omicida di Chris Benoit, il wrestler canadese che lo scorso weekend ha strangolato la moglie Nancy, soffocato il figlio Daniel di 7 anni e si è poi impiccato, non è forse l’aspetto più agghiacciante di una vicenda che ha, ancora una volta, gettato una lunga ombra sul mondo degli «attori lottatori». La polizia di Atlanta ha infatti reso noti particolari allucinanti sulla vicenda. Sulle braccia di Daniel sono stati trovati vecchi segni di iniezioni. Pare che Chris, scontento della taglia piccola del bambino, gli avesse iniettato più volte Hgh, l’ormone della crescita.

STEROIDI IN RETE - La grande quantità di steroidi trovati nella casa del wrestler non lascia dubbi sul fatto che il canadese ne abusasse, anche se i risultati degli esami tossicologici non saranno noti prima di settimane, forse mesi. Venerdì Benoit aveva fatto visita al suo medico, che è anche uno dei suoi migliori amici. «Non mi è sembrato in preda a "roid rage" — ha spiegato ieri il dottor Astin —. Gli ho prescritto del testosterone perché i livelli dell’ormone erano bassi, cosa che accade spesso a chi fa ampio uso di steroidi». Possibile quindi che una sovradosaggio (Chris potrebbe aver assunto dosi eccessive in un’unica soluzione) abbia fatto scattare la folle reazione. La «roid rage», rabbia steroidea causata dall’alto dosaggio di testosterone, resta quindi l’indiziata numero uno, anche se la World Wrestling Entertainment, la lega nella quale Benoit combatteva, ha cercato di smentire: «Quanto trovato dagli investigatori — diceva ieri — indica che c’è stata premeditazione, quindi è da escludere che si sia trattato di un raptus dovuto agli steroidi». Un disperato tentativo di difendere un sistema che guarda dall’altra parte quando si parla di doping (e non è l’unico, visto che solo da pochi anni — e dopo un pesante intervento del Congresso Usa — il baseball della Mlb ha deciso di affrontare il problema steroidi). Le prove a carico di Benoit per l’uso di anabolizzanti non lasciano dubbi. Il «Canadian Crippler» era nella lista dei clienti di un laboratorio della Florida, MedXLife.com, che vende via Internet ormone della crescita, testosterone e steroidi. Già 20 persone sono state arrestate nell’ambito di un’inchiesta federale per la distribuzione di sostanze illegali da parte della MedXLife. La Wwe ha però fatto sapere che Benoit ha passato l’ultimo test antidoping sostenuto, lo scorso 10 aprile.

Link to comment
Share on other sites

ma sono l'unico a cui non frega niente e che NON ritiene assolutamente il personaggio in questione un eroe, ne tantomeno uno che faceva uno sport (recita, non SPORT)?

a me frega niente, vadano avanti in america con queste pagliacciate, sia da vivi che da morti (perchè la realtà è che sfruttano pure sta strage per fare pubblicità al wrestling e al suo schifoso mondo).

Link to comment
Share on other sites

ma sono l'unico a cui non frega niente e che NON ritiene assolutamente il personaggio in questione un eroe, ne tantomeno uno che faceva uno sport (recita, non SPORT)?

a me frega niente, vadano avanti in america con queste pagliacciate, sia da vivi che da morti (perchè la realtà è che sfruttano pure sta strage per fare pubblicità al wrestling e al suo schifoso mondo).

Suppergiù la penso come te. Ma Golden ha chiesto silenzio, rispetto la sua richiesta e quindi taccio :brr:

jao

f12

Link to comment
Share on other sites

Suppergiù la penso come te. Ma Golden ha chiesto silenzio, rispetto la sua richiesta e quindi taccio :brr:

jao

f12

Io non ho detto nulla fino ad oggi, ma ora i coglioni mi sono proprio girati. Non è un eroe lui, non lo era Guerrero, non lo è nessuno di quei personaggi. Che cazzo, i veri eroi per me si chiamano in un altro modo. E hanno fatto molto più che recitare su un ring.

Edited by Sheep85
Link to comment
Share on other sites

Io non ho detto nulla fino ad oggi, ma ora i coglioni mi sono proprio girati. Non è un eroe lui, non lo era Guerrero, non lo è nessuno di quei personaggi. Che cazzo, i veri eroi per me si chiamano in un altro modo. E hanno fatto molto più che recitare su un ring.

Ti quoto in toto.

Però davanti a tragedie come questa è giusto lasciarsi interrogare sul perchè certi personaggi vengano considerati degli eroi....

Link to comment
Share on other sites

Quoto Tat,

qui negli States la vicenda non e' neanche piú nei telegiornali.

Piuttosto, ieri é stata la grande notte di Paris Hilton intervistata da Larry King. Per dire il livello, dieci minuti a parlare della ispezione corporale subita all'ingresso....quel poco di considerazione per Larry King mi é sfumata in un amen.

Link to comment
Share on other sites

Ora non ricordo dove, ma ho letto "il campione wrestler... l'eroe dei teen ager.." e cazzate simili.

Ha ragione Corny, bisogna chiedersi perchè.

2007: Un wrestler pazzo e assassino era un eroe dei teen ager, una puttana miliardaria (la hilton) fa audience ed è un modello per le giovani.

Ma dove cazzo andiamo a finire avanti così, scusate il linguaggio ma proprio mi sono rotto le palle di queste cose.

Link to comment
Share on other sites

Ora non ricordo dove, ma ho letto "il campione wrestler... l'eroe dei teen ager.." e cazzate simili.

Ha ragione Corny, bisogna chiedersi perchè.

2007: Un wrestler pazzo e assassino era un eroe dei teen ager, una puttana miliardaria (la hilton) fa audience ed è un modello per le giovani.

Ma dove cazzo andiamo a finire avanti così, scusate il linguaggio ma proprio mi sono rotto le palle di queste cose.

Credo che quando succedono cose del genere nel caso di Benoit si dovrebbe prima aspettare e capire il perchè è successo tutto ciò, capire se è stata pura follia o c'è altro di mezzo e poi magari dare giudizio.

Sono d'accordo sul fatto che i nostro Teen ager hanno eroi che forse non dovrebbero esserlo e condivido l'affermazione sulla Hilton.

ciao

alegg

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...