Jump to content

Manuel Raga torna a Varese......


Recommended Posts

Varese

Manuel Raga torna a giocare per il "Ponte del Sorriso"

Venerdì 12 marzo il Comitato Tutela bambino in ospedale organizzerà un evento benefico: una partita tra vecchie glorie della mitica formazione gialloblù, ma non solo, e la nazionale artisti

“Stelle per un sorriso" è il titolo di una serata "storica" per la città di Varese.

Venerdì 12 marzo, alle 20.45 al PalaWhirlpool di Varese il Comitato Tutela Bambino in Ospedale poporrà un'inedita sfida tra vecchie glorie del basket cittadino. Tra i "cecchi" che verranno a solcare nuovamente il parquet di Masnago anche Manuel Raga, meglio conosciuto come "cestista volante". Insieme a lui le glorie che hanno portato il nome del basket varesino nel mondo. Contro la formazione di star varesine la nazionale di basket degli artisti tv.

L'evento è organizzato dal Comitato Tutela Bambino in ospedale, in collaborazione con la Pallacanestro Varese e il prezioso aiuto di Aldo Ossola.

Tutto il ricavato sarà devoluto al Ponte del Sorriso.

Manuel dopo tanti anni torna a Varese per sostenere il futuro ospedale dei bambini e della mamma.

Il campione oggi vive in Messico, ma il ricordo del “messicano volante” è sempre vivo negli appassionati di basket.

Campione dal 1968 al 1975, Manuel portò la Ignis ai più grandi successi a livello internazionale. Indimenticabile.

La nazionale artisti schiererà anche Gianmarco Pozzecco oltre al presidente deejay Ringo e i più noti volti della televisione italiana.

L’evento è patrocinato dal Comune di Varese e dalla Provincia di Varese.

10/02/2010

sanita@varesenews.it

:D:D:D:ike::ike:

Edited by ROOSTERS99
Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Varese

Eccezionale intervento su un neonato di 700 grammi

Una collaborazione tra l'equipe chirurgica del Policlinico e quella anestesiologica e neonatale del Del Ponte. L'operazione resa necessaria da una perforazione dell'intestino

Venerdì 19 febbraio, nel tardo pomeriggio, nelle sale operatorie dell’Ospedale Del Ponte di Varese, si è svolto con successo un intervento chirurgico molto complesso, il primo del suo genere a Varese.

Un neonato del peso di soli 700 grammi è stato infatti operato a causa di una perforazione estesa all’intestino. Ad eseguire il delicatissimo intervento è stato il dott. Ernesto Leva, Responsabile della U.O. di Chirurgia Neonatale del Policlinico di Milano, coadiuvato dalla Dott. Rossella Arnoldi, della U.O. di Chirurgia Pediatrica, diretta dal Dott. Maurizio Torricelli, sempre del Policlinico, in équipe con il personale della Neonatologia, del Blocco Operatorio e dell’Anestesia dell’Ospedale Del Ponte.

«La chirurgia neonatale - commenta il dott. Ernesto Leva - già di per sé rappresenta una superspecialità nel mondo della chirurgia pediatrica, presentando difficoltà estreme specie quando si tratta di neonati di bassissimo peso, che solo chirurghi esperti e dedicati riescono a gestire nel migliore dei modi. La fortuna di poter lavorare in un Reparto di Chirurgia Pediatrica con colleghi quali il Dottor Maurizio Torricelli, che da anni si è dedicato con la mia stessa passione alla chirurgia neonatale, all’interno di una Fondazione con competenze cliniche plurispecialistiche complesse ed elevate, espone noi chirurghi pediatri a prove spesso difficili ma che, con il lavoro di équipe e con le esperienze sviluppate con i neonatologi e gli anestesisti di tale struttura, ci consente di realizzare interventi spesso eccezionali. Tutto ciò siamo riusciti a riprodurlo in breve tempo qui a Varese all’Ospedale del Ponte, con le stesse sinergie, segno che la convenzione stipulata e messa in atto ormai da quasi un anno comincia a dare segni di efficacia e di crescita professionale per la realtà varesina. La particolarità quindi non è da individuarsi solo nell’operatore, ma tutto ciò che la rende possibile, in una perfetta sinergia tra gli specialisti”.

«Nonostante l'intuibile difficoltà del caso, – commenta soddisfatto il dott. Massimo Agosti, Direttore del Dipartimento Materno-infantile dell’A.O. di Varese - tutto è proceduto con molta linearità. Il decorso post operatorio sta procedendo in modo davvero tranquillo. E’ stato fondamentale aver potuto evitare di trasferire questo piccolo paziente, offrendogli il massimo delle cure a Varese».

Se ora le condizioni cliniche del piccolissimo paziente lasciano ben sperare, non si può dire lo stesso dei giorni immediatamente prima dell’intervento: il neonato, infatti, nato molto prematuro, aveva presentato un quadro di addome acuto da perforazione intestinale, tanto che il mercoledì sera antecedente all’intervento si era dovuti ricorrere all’inserimento in emergenza di un drenaggio, decidendo poi per l’intervento chirurgico.

«La collaborazione con il Policlinico di Milano è davvero molto importante per la nostra Azienda, - ha commentato il Direttore Generale, Walter Bergamaschi - tanto più in un settore come quello della neonatologia: grazie ad episodi come questo il Ponte del Sorriso acquista concretezza e diviene tangibile. Alla base del progetto non ci sono infatti solo i mattoni che andranno a costituire il nuovo polo materno-infantile, ma, di più e prima ancora, le competenze e la professionalità degli operatori che già ne incarnano l’anima e le forme di assistenza che verranno erogate. La collaborazione con il Policlinico di Milano diventa quindi, come in questo caso, occasione per crescere e avviare lo sviluppo di discipline sempre più avanzate, specifiche e dedicate ai bambini».

3/03/2010

sanita@varesenews.it

______________________________

Giusto per ricordare la serata del 12 p.v.

:o

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Serata simpatica, c'era una buona presenza di pubblico, Raga visibilmente emozionato.

l'importante era raccogliere fondi per il ponte del sorriso e lo scopo è stato raggiunto.

Link to comment
Share on other sites

Vero.

Manuel si è anche dedicato ad una sorta di serie di tiri dalla lunetta.

Dopo un primo tentativo senza attenzione da parte del pubblico (che però non è sfuggito ad un attentissimo Tatanka sempre sul pezzo... :D :D ...!) andato a vuoto, si è esibito con un 5/5 che anche oggi molti in serie A non riuscirebbero a replicare... :spiteful[1]:

Pubblico ad occhio e croce sul 2500/3000, e maglietta originale Ignis Raga #15 portata via x 2600€ (Borghi Jr) in un'asta pubblica improvvisata a fine match! :flowers:

Link to comment
Share on other sites

Serata carina.

Raga che scombussola un tantino i piani entrando quando lo speaker non se l'aspetta.

Rusconi ed Ossola giocano ancora per vincere altro che balle, altri ex hanno ancora un istinto nel fare il tagliafuori che molti dovrebbero cercare di farsi venire.

Il Poz ha fatto vedere qualche no look mica da ridere.

Ho visto anche il mitico gancio di Flaborea.

Siccome non ho visto nessuno baciare i piedi e le mani a Yelverton devo dedurre che Marko non fosse presente.

Silver ha fatto di tutto per avere tutte le firme sul libro "La grande Ignis". Ha mosso e fatto muovere mari e monti e ci è riuscito.

La maglietta Ignis di Raga ORIGINALE avrebbe potuto essere di Silver ma non ha accettato la mia proposta di joint venture.

Link to comment
Share on other sites

...

Silver ha fatto di tutto per avere tutte le firme sul libro "La grande Ignis". Ha mosso e fatto muovere mari e monti e ci è riuscito.

La maglietta Ignis di Raga ORIGINALE avrebbe potuto essere di Silver ma non ha accettato la mia proposta di joint venture.

Vero, ora dovrei avere tutte le firme ^_^ ...eccetto una, cavolo! :o Mi ero dimenticato a casa il libro nella serata dedicata a Bob Morse al Teatro Apollonio del 25/05/2009... :(:D

Joint Venture: la chiamerei, più che altro, una fregatura (avremmo dovuto arrivare ad offrire un max di 5000€, con però la mia parte a 4950€...!) :D:flowers:

AhhhTtat. ... :spiteful[1]:;):ike:

Comunque è stato un peccato perderla, Tat.

Veramente bella. :yes:

Link to comment
Share on other sites

Bella serata, peccato per l'acustica, non ho capito quasi niente.

Bello veder giocare assieme il Poz e Aldo Ossola. Gianmarco sempre disponibile, un grande.

Silver, per la maglietta di Raga potevi chiedere anche a me, fino a 50 euro ci arrivavo anch'io..... :spiteful[1]:

Link to comment
Share on other sites

Serata carina.

Raga che scombussola un tantino i piani entrando quando lo speaker non se l'aspetta.

Rusconi ed Ossola giocano ancora per vincere altro che balle, altri ex hanno ancora un istinto nel fare il tagliafuori che molti dovrebbero cercare di farsi venire.

Il Poz ha fatto vedere qualche no look mica da ridere.

Ho visto anche il mitico gancio di Flaborea.

Siccome non ho visto nessuno baciare i piedi e le mani a Yelverton devo dedurre che Marko non fosse presente.

Silver ha fatto di tutto per avere tutte le firme sul libro "La grande Ignis". Ha mosso e fatto muovere mari e monti e ci è riuscito.

La maglietta Ignis di Raga ORIGINALE avrebbe potuto essere di Silver ma non ha accettato la mia proposta di joint venture.

Conosco personalmente ed incontro abbastanza spesso i due; non mi stupisce quanto dici Tat !

Hanno ancora un amore viscerale per la pallacanestro. Uomini e giocatori eccezionali !!

Peccato per la joint-v. ; magari, ci fossi stato anche io...... :rolleyes:

Edited by ROOSTERS99
Link to comment
Share on other sites

Manuel Raga presente anche in Svizzera a vedere SAV Vacallo - Starwings Basilea. Nel Vacallo "gioca" il figlio Manuel Jr. Gioca per modo di dire visto che coach Pastore non lo vede molto. A fine incontro mi sono fermato a ciciarare del più e del meno con lui...era contentissimo per la serata del palawhirlpool e appena ha sentito la parola Varese si sono illuminati gli occhi :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

destino vuole che i campionissimi li debba ricordare come ai bei tempi...

per guai fisici mi sono persa Morse l'anno scorso e altrettanto è successo ora per Raga...

forse meglio così, quei momenti sono indimenticabili e per fortuna ho l'armadietto dei ricordi e dei cimeli da "scartoffiare" ogni tanto..

questo è il mio tributo a Manuel Raga, grandissimo campione!

da BASKETCLUB del 9/04/1973:

raga1.jpg

raga2.jpg

PS: grazie a Cla x l'aiuto tecnico - su 'ste cose sono impedita!

Edited by marisa
Link to comment
Share on other sites

destino vuole che i campionissimi li debba ricordare come ai bei tempi...

per guai fisici mi sono persa Morse l'anno scorso e altrettanto è successo ora per Raga...

forse meglio così, quei momenti sono indimenticabili e per fortuna ho l'armadietto dei ricordi e dei cimeli da "scartoffiare" ogni tanto..

questo è il mio tributo a Manuel Raga, grandissimo campione!

da BASKETCLUB del 9/04/1973:

PS: grazie a Cla x l'aiuto tecnico - su 'ste cose sono impedita!

proprio il caso di dire: altri tempi.......

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...