Jump to content

Nazionale


Recommended Posts

C'è chi doveva pagare e chi non doveva pagare: l'Italia doveva pagare non avendo altro da mettere sul piatto. La Grecia offriva una bella cifra per i diritti tv, inutile chiedere anche la partecipazione all'asta (presumo che la plausibile assenza di Trinchieri sia un'altra ragione valida perché l'utente FIBA mettesse un like sulla bacheca di ESAKE).
Non avere i soldi contanti non necessariamente è ragione di esclusione: la Finlandia non li ha, ma offre la possibilità - tramite Rovio - di diffondere su miliardi di telefonini, iphone, smartphone e quel che è applicazioni e pubblicità inerenti il mondiale 2014. Son quelli che hanno prodotto Angry Birds, per farsi un'idea. FIBA non incasserebbe subito ma l'evento iridato avrebbe una visibilità esagerata a costo zero.
L'Italia poteva offrire qualche zoppo, Cinciarini, Vitali e uno 0-3 nelle partite vivi-o-muori inclusivo di batoste con Ucraina e Serbia B, un visibilità in televisione terzomondista tra streaming Commodore 64 style, tv locali modello Alan Ford e una partita di campionato alla settimana. Il guiderdone è inesistente. Perché dovrebbe la FIBA preferire l'Italia alla Finlandia, dacché anche sul campo i valori non sono così sbilanciati in favore della prima?




http://www.sportando.net/eng/national-teams/national-teams/72986/finland-greece-turkey-and-brazil-reportedly-received-the-wild-cards.html
Link to comment
Share on other sites

  • Replies 454
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

ti posso dire che vedere cmq la Finlandia al nostro posto mi fa girare le palle

e di grazia perché?! Per il nostro illustre passato o per i nostri NBA che riescono a rimediare figure barbine a ogni manifestazione?! Per la copertura televisiva?! Per i brillanti risultati nelle coppe europee?! Per la crescita del movimento?! Per la capacità di gestire la lega?! Secondo me il post quotato da Silver deve farci riflettere a orecchie basse e coda fra le gambe. Punto e basta.
Link to comment
Share on other sites

e di grazia perché?! Per il nostro illustre passato o per i nostri NBA che riescono a rimediare figure barbine a ogni manifestazione?! Per la copertura televisiva?! Per i brillanti risultati nelle coppe europee?! Per la crescita del movimento?! Per la capacità di gestire la lega?! Secondo me il post quotato da Silver deve farci riflettere a orecchie basse e coda fra le gambe. Punto e basta.

perchè io ci voglio partecipare e provare a vincere

Edited by DRIZZY
Link to comment
Share on other sites

e di grazia perché?! Per il nostro illustre passato o per i nostri NBA che riescono a rimediare figure barbine a ogni manifestazione?! Per la copertura televisiva?! Per i brillanti risultati nelle coppe europee?! Per la crescita del movimento?! Per la capacità di gestire la lega?! Secondo me il post quotato da Silver deve farci riflettere a orecchie basse e coda fra le gambe. Punto e basta.

Perchè con tutto il rispetto per gli uccelli incazzati e tutto il cucuzzaro che si portano dietro, è come se ai mondiali di sci nordico dessero una Wind card all'Italia a spese della Finlandia... Un non senso sportivo... Ah,già... Dimenticavo.... I mondiali di basket non sono un evento sportivo ma uno spettacolo circense, cui partecipa chi può pagare il biglietto e di cui si sa già il risultato finale, almeno se quelli che stanno al di la dell'atlantico decidono che vogliono impegnarsi il giusto....

Con tutto quello che si può dire del calcio, e di tutto il marcio che pare ci sia dietro, almeno i criteri di ammissione alle competizioni sono chiari e almeno vagamente legati a quanto succede sul campo....

Link to comment
Share on other sites

Perchè con tutto il rispetto per gli uccelli incazzati e tutto il cucuzzaro che si portano dietro, è come se ai mondiali di sci nordico dessero una Wind card all'Italia a spese della Finlandia... Un non senso sportivo... Ah,già... Dimenticavo.... I mondiali di basket non sono un evento sportivo ma uno spettacolo circense, cui partecipa chi può pagare il biglietto e di cui si sa già il risultato finale, almeno se quelli che stanno al di la dell'atlantico decidono che vogliono impegnarsi il giusto....

Con tutto quello che si può dire del calcio, e di tutto il marcio che pare ci sia dietro, almeno i criteri di ammissione alle competizioni sono chiari e almeno vagamente legati a quanto succede sul campo....

Wild card..... Maledetto correttore automatico!

Link to comment
Share on other sites

Io invece penso che dovremmo smetterla con la puzza al naso e imparare da chi usa la creatività per sopperire ai propri limiti. C'è solo da imparare.

Tra pochi giorni sapremo quali saranno le quattro squadre che riceveranno una wild card per partecipare al Mondiale di basket in Spagna (30 agosto-14 settembre). Una corsa dalla quale lItalia si è ufficialmente ritirata, con lannuncio dato da Gianni Petrucci, presidente della FIP, sabato scorso al termine della seduta del Consiglio Federale.

La decisione della FIBA, il massimo organismo di gestione del basket internazionale, verrà adottata durante il prossimo weekend a Barcellona. Cina, Brasile, Grecia e Turchia sono le grandi favorite per lassegnazione della wild card, vuoi per il grosso seguito che la pallacanestro ha in questi Paesi, vuoi per il peso economico e politico delle loro Federazioni, vuoi per le grandi sponsorizzazioni (e i conseguenti grandi investimenti) che hanno alle loro spalle.

Difficile, invece, che limpresa riesca agli altri Paesi inseriti nel novero di coloro che aspirano alla conquista di una wild card. Tra queste cè anche la Finlandia, che oggi svela oggi le carte su unidea importante, decisamente innovativa. Pur essendo una Nazione piccola, la Finlandia ha comunque una grande tradizione cestistica, potendo vantare un ottimo risultato raggiunto agli Europei sloveni dello scorso settembre, con linattesa qualificazione al Second Round di Lubiana.

I finlandesi hanno meno soldi da mettere sul piatto? Riscuotono meno appeal rispetto a Nazioni più grandi? Nessun problema, perché la Finlandia mette sul piatto.. unidea. Una merce rara di questi tempi. La Rovio, lazienda finlandese che si occupa dello sviluppo del videogioco Angry Birds, si è schierata al fianco della Federazione di basket finnica, lanciando unidea che ha come obiettivo quello di cambiare gli scenari relativi allassegnazione delle wild card e che, comunque vadano le cose, è destinata a far parlare di sé e a tracciare linee importanti per il futuro del basket finnico.

Qualora la Finlandia ricevesse una wild card, infatti, la Rovio si è detta disponibile a far girare spazi pubblicitari e applicazioni della Coppa del Mondo di basket sulla propria piattaforma. E parliamo di unazienda leader a livello mondiale e di una piattaforma, quella di Angry Birds, scaricata da più di due miliardi di persone in tutto il mondo.

Noi di Rovio abbiamo seguito da vicino le prestazioni della Nazionale finlandese negli ultimi anni e siamo suoi grandi tifosi le parole di Peter Vesterbacka, CEO della Rovio Entertainement Ltd -. Per questo siamo felici di essere in grado di dare un supporto alla richiesta della Federazione per avere una wild card, sperando che questa collaborazione possa dimostrare alla FIBA come piccoli giocatori possano raggiungere grandi traguardi.

Nonostante gli importanti risultati sportivi raggiunti e il supporto dei nostri fans, siamo pienamente consapevoli del fatto che dovevamo trovare in modo creativo il modo di dimostrare alla FIBA la forza del nostro movimento spiega Antti Zitting, presidente della Federazione finlandese di basket -. Siamo un piccolo Paese del nord e non possiamo fornire lo stesso tipo di pubblico televisivo come fanno altre nazioni. Ora, grazie a Angry Birds siamo in grado di offrire una piattaforma di visibilità che nessun altro Paese può eguagliare.

Basterà per spostare equilibri che a pochi giorni dallevento di Barcellona sembrano già consolidati, in un basket che fatica a rinnovarsi e a dare spazio a nuove realtà? Qualche giorno e sapremo la risposta. Limpressione è che la Finlandia non sarà al Mondiale spagnolo, ma che il peso della proposta presentata potrà contare sui tavoli del basket in vista del futuro, magari quando ci sarà da scegliere dove organizzare le manifestazioni del futuro.

Nel frattempo, però, non può non balzare agli occhi il fatto che la partecipazione al Mondiale attraverso la wild card non poteva (e non doveva) essere ridotta solo a una mera questione economica, come invece si è evinto dalle parole del presidente Petrucci.

Link to comment
Share on other sites

Io invece penso che dovremmo smetterla con la puzza al naso e imparare da chi usa la cre-atività per sopperire ai propri limiti. C'è solo da imparare.

Tra pochi giorni sapremo quali saranno le quattro squadre che riceveranno una wild card per partecipare al Mondiale di basket in Spagna (30 agosto-14 settembre). Una corsa dalla quale lItalia si è ufficialmente ritirata, con lannuncio dato da Gianni Petrucci, presidente della FIP, sabato scorso al termine della seduta del Consiglio Federale.

La decisione della FIBA, il massimo organismo di gestione del basket internazionale, verrà adottata durante il prossimo weekend a Barcellona. Cina, Brasile, Grecia e Turchia sono le grandi favorite per lassegnazione della wild card, vuoi per il grosso seguito che la pallacanestro ha in questi Paesi, vuoi per il peso economico e politico delle loro Federazioni, vuoi per le grandi sponsorizzazioni (e i conseguenti grandi investimenti) che hanno alle loro spalle.

Difficile, invece, che limpresa riesca agli altri Paesi inseriti nel novero di coloro che aspirano alla conquista di una wild card. Tra queste cè anche la Finlandia, che oggi svela oggi le carte su unidea importante, decisamente innovativa. Pur essendo una Nazione piccola, la Finlandia ha comunque una grande tradizione cestistica, potendo vantare un ottimo risultato raggiunto agli Europei sloveni dello scorso settembre, con linattesa qualificazione al Second Round di Lubiana.

I finlandesi hanno meno soldi da mettere sul piatto? Riscuotono meno appeal rispetto a Nazioni più grandi? Nessun problema, perché la Finlandia mette sul piatto.. unidea. Una merce rara di questi tempi. La Rovio, lazienda finlandese che si occupa dello sviluppo del videogioco Angry Birds, si è schierata al fianco della Federazione di basket finnica, lanciando unidea che ha come obiettivo quello di cambiare gli scenari relativi allassegnazione delle wild card e che, comunque vadano le cose, è destinata a far parlare di sé e a tracciare linee importanti per il futuro del basket finnico.

Qualora la Finlandia ricevesse una wild card, infatti, la Rovio si è detta disponibile a far girare spazi pubblicitari e applicazioni della Coppa del Mondo di basket sulla propria piattaforma. E parliamo di unazienda leader a livello mondiale e di una piattaforma, quella di Angry Birds, scaricata da più di due miliardi di persone in tutto il mondo.

Noi di Rovio abbiamo seguito da vicino le prestazioni della Nazionale finlandese negli ultimi anni e siamo suoi grandi tifosi le parole di Peter Vesterbacka, CEO della Rovio Entertainement Ltd -. Per questo siamo felici di essere in grado di dare un supporto alla richiesta della Federazione per avere una wild card, sperando che questa collaborazione possa dimostrare alla FIBA come piccoli giocatori possano raggiungere grandi traguardi.

Nonostante gli importanti risultati sportivi raggiunti e il supporto dei nostri fans, siamo pienamente consapevoli del fatto che dovevamo trovare in modo creativo il modo di dimostrare alla FIBA la forza del nostro movimento spiega Antti Zitting, presidente della Federazione finlandese di basket -. Siamo un piccolo Paese del nord e non possiamo fornire lo stesso tipo di pubblico televisivo come fanno altre nazioni. Ora, grazie a Angry Birds siamo in grado di offrire una piattaforma di visibilità che nessun altro Paese può eguagliare.

Basterà per spostare equilibri che a pochi giorni dallevento di Barcellona sembrano già consolidati, in un basket che fatica a rinnovarsi e a dare spazio a nuove realtà? Qualche giorno e sapremo la risposta. Limpressione è che la Finlandia non sarà al Mondiale spagnolo, ma che il peso della proposta presentata potrà contare sui tavoli del basket in vista del futuro, magari quando ci sarà da scegliere dove organizzare le manifestazioni del futuro.

Nel frattempo, però, non può non balzare agli occhi il fatto che la partecipazione al Mondiale attraverso la wild card non poteva (e non doveva) essere ridotta solo a una mera questione economica, come invece si è evinto dalle parole del presidente Petrucci.

Giusto ieri si parlava tra amici dell'idea Rovio.

Abbiamo convenuto tutti di non ricordare un singolo frame delle pubblicità passate su Angry Birds o su Bad Pigs.

Giusto per la statistica, eravamo i soliti 8 cazzoni di cui solo uno (io) interessato al basket.

Edited by Bluto
Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...

come sono le norme fiba a proposito dei passaporti vari?

cioe`, questo qui sarebbe considerato "passaportato"? e qual'e` la differenza in termini giuridici tra italiani "veri" e italiani a la deinier?

Link to comment
Share on other sites

  • 2 months later...
Come dicevo, un'ottima Italia U20 seppur sconfitta nella finalissima dalla Slovenia della supercoppia di playguardie piccolette che in quanto tali, anche se califfi del gioco per se' e per i compagni,verranno presto trombate perche'vanno molto piu' "di moda"i pennelloni sui 2 metri anche in regia...
Comunque se devo mettere due soldini pesanti su un giovane nel torneo li metto sull'altro sloveno Kastrati. Nel giorno del torneo di Mestre dedicato al povero Davide Ancilotto ho rivisto cose che faceva solo lui, specie come facilita'nell' andare al ferro con tempi e ritmi che mandano tutta la difesa in tilt. Questo parte accelera veleggia e pare che il mondo si fermi per ammirarlo. Magia.Mi sono commosso e non poco.

Veniamo ai nostri:

squadra in pieno rodaggio con obiettivo Europei di Creta 8-20 luglio

solito grande lavoro di Pino Sacripanti con l'indispensabile supporto di Vitocatozzo Corbani

ieri sera i tre sloveni di cui sopra ci hanno fatto un bucio cosi'ma hanno un talento di primissima e ci mancava De Vico che avrebbe fatto cagare sangue a Kastrati
siamo senza il go-to-guy alla Della Valle ed e'meglio cosi', meno punti di riferimento agli avversari

http://basketball.eurobasket.com/player/Erjon_Kastrati/191443

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

intanto:

ITALBASKET, scoppia il caso Hackett?

L’atleta Daniel Hackett ha lasciato questa sera il raduno di Trieste senza previa autorizzazione da parte dello staff Azzurro e senza alcun giustificato motivo.

http://www.basketinside.com/2014/italbasket-scoppia-il-caso-hackett/?fb_action_ids=672748222806684&fb_action_types=og.likes&fb_source=other_multiline&action_object_map=%5B811676805529544%5D&action_type_map=%5B%22og.likes%22%5D&action_ref_map=%5B%5D

Link to comment
Share on other sites

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Guest
Reply to this topic...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Loading...
 Share

×
×
  • Create New...