Jump to content

VareseFansBasketNews


  • Lucaweb
    C'è un primo nome caldo nella lista della spesa della Cimberio: è quello di Andy Rautins, 26enne guardia della Nazionale canadese sul quale l'attenzione della società
    di piazza Monte Grappa sembra piuttosto elevata. Il nome non è nuovo agli appassionati di basket di lunga data: l'esterno del 1986 è infatti figlio di Leo Rautins che fu stella del
    basket canadese negli anni '80 giocando anche a Roma e Verona.

    E, come il padre, l'atleta si è laureato alla Syracuse University, uno dei migliori programmi cestistici della Ncaa (12,1 punti e 4,9 assist col 41% da 3 nel suo ultimo anno di college). Scelto dai New York Knicks col numero 38 nel draft Nba 2010, Rautins non è riuscito a sfondare tra i "prò" (dopo un anno e mezzo con la squadra di Mike D'Antoni è passato a Dallas senza però lasciare traccia) pagando le difficoltà tipiche di una guardia senza grande impatto atletico. Così ha cercato fortuna in Europa trasferendosi al Lucentum Alicante, squadra di metà classifica della Liga Acb, dove il suo primo impatto col Vecchio Continente non è stato dei più esaltanti col 35% da 3 in 17 partite del campionato spagnolo).

    Ma il mix di qualità balistiche e conoscenza del gioco fanno di Rautins il classico elemento che piace agli allenatori, anche se difficilmente "eccita" il pubblico. E il basket dell'area Fiba non è comunque sconosciuto all'atleta del 1986 che ha ormai sette anni di esperienza intemazionale con la selezione canadese fino allo scorso settembre allenata dal padre (ultime apparizioni ai Mondiali 2010 in Turchia - 8,5 punti e 2,5 assist - e ai Panamericani del 2011, chiusi a 11,2 punti col 52% da 2 e il 39% da 3).

    Rautins è principalmente un tiratore perimetrale ma ha anche buona visione di gioco in supporto al playmaker. Nelle idee di Varese potrebbe essere un elemento complementare a Stipcevic per esaltare le sue doti di penetratore, possedendo la fisicità giusta (192 centimetri per 87 chili) per stare al suo fianco senza pagare dazio in termini di stazza in
    difesa.

    Sul canadese sarebbe comunque attenta anche la Virtus Bologna, in cerca di una guardia-play a stelle e strisce da accoppiare a Poeta (anche se c'è chi vede Rautins come
    alternativa a Matt Janning, il tiratore visto a Casale Monferrato che pare ad un passo dall'accordo con le "Vu Nere").
    Quello di Rautins non è comunque l'unico nome sondato dalla società biancorossa che sta lavorando su un ampio ventaglio di idee tra statunitensi e americani nei cinque
    ruoli mancanti a supporto dei confermati Stipcevic e Talts.

    In regia l'orientamento sembra comunque quello di puntare su una guardia-play da affiancare al regista croato, anche alla luce dell'impossibilità di arrivare a Jonathan Tabu, il play congolese di passaporto belga che era in forza a Cremona ma che dovrebbe tornare a Cantù, dove era già stato nel 2010/2011.
    Giuseppe Sciascia

×
×
  • Create New...